I consulenti? Sono maggiordomi

A
A
A
Andrea Giacobino di Andrea Giacobino 21 Ottobre 2019 | 08:30
Attacco di Marucci: la funzione del cf alla mercé degli interessi e delle logiche espansive degli intermediari.

I consulenti finanziari? “Zelanti maggiordomi degli intermediari”. La provocazione è di Manlio Marucci, presidente di Federpromm-Uiltucs. “Non vorrei – dice Marucci su LinkedIn – essere considerato un guastafeste rispetto alla vasta pubblicistica che con enfasi ha sempre valorizzato il consulente finanziario come l’anello di congiunzione, certamente vero, tra cliente, società prodotto e rete distributiva”. “Ma – aggiunge – il suo raggio di influenza, la sua capacità di comprendere appieno il ruolo sociale che svolge non sempre esprimono atteggiamenti positivi proprio perché se si esamina la sua condizione contrattuale, di rispetto al vincolo della restrittiva normativa, alla sua funzione di puro adempimento amministrativo, si può ben affermare come oggi il cf sia uno zelante maggiordomo in giacca e cravatta alle dipendenze dell’intermediario senza esserlo giuridicamente”. E questo perché il mercato è attraversato da “dinamiche che vedono in modo subalterno e strumentale la funzione dello stesso cf alla mercé degli interessi e delle logiche espansive degli intermediari finanziari”.

“C’è anche da dire – sottolinea Marucci – che le case di investimento sono lì a vigilare come grandi sacerdoti che i dati e la realtà oggettiva delle condizioni di lavoro in capo ai cf (contratto di agenzia assimilabile al settore commercio, anziché, come sarebbe naturale, a quello del credito) non riescano ad essere troppo scandalose”.

Clicca qui per leggere l’intervento completo di Marucci.

 

 

 

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti: fondi, megatrend e portafogli, ecco cosa accadrà

Le reti alla prova, vigilanza senza freni

Consulenti, gioco di squadra per i giovani

NEWSLETTER
Iscriviti
X