Intesa-Ubi, missione compiuta per Messina

A
A
A
Avatar di Redazione 29 Luglio 2020 | 10:41

L’Opas di Intesa su Ubi è arrivata a toccare il 72% di adesioni, più del necessario per dare il via alla fusione. Intesa Sanpaolo, quindi, è riuscita nell’intento di fare sua la quarta banca italiana, che pure fino all’ultimo ha provato a sottrarsi dalle spire del gruppo guidato da Carlo Messina. Lunedì era arrivata la notizia della proroga del periodo d’adesione da parte di Consob dal 28 al 30 luglio. Ma già nella serata di martedì il 66,67% necessario per controllare l’assemblea straordinaria e dunque decidere la fusione era già stato superato, circostanza che permetterà di dare piena attuazione al progetto d’integrazione.

A dare la svolta decisiva l’adesione del Car, il patto di sindacato che riunisce alcuni grandi azionisti di Ubi Banca con in mano il 19% del capitale. La decisione è stata motivata con una nota. L’ok è arrivato “dopo il parziale riconoscimento del valore economico di Ubi Banca”, spiegano riferendosi al rilancio cash di 57 centesimi per azione oltre allo scambio di 17 titoli di Intesa per ogni 10 consegnati, ma soprattutto dopo “aver ricevuto ampie rassicurazioni riguardo alla tutela e valorizzazione del personale di Ubi, alle aspettative del territorio, anche attraverso la continuità degli enti finalizzati localmente ad attività di solidarietà sociale, con disponibilità ad incrementare le erogazioni attuali, alla continuità nello sviluppo dei progetti in corso con attenzione ai valori della banca e al rapporto di collaborazione con gli imprenditori azionisti”.

 

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ARTICOLI CORRELATI

Intesa-Ubi, via libera anche dall’Antitrust

Intesa-Ubi, perde pezzi il fronte dei no

Unicredit, Mustier interviene nel procedimento Antitrust su Ubi-Intesa

Ti può anche interessare

Contratto bancari, la strada è quella giusta

Ci sono progressi nella trattativa tra Abi per il rinnovo del contratto dei bancari. A dirlo è il s ...

Investimenti, i mercati emergenti potrebbero stabilizzarsi

Vi proponiamo di seguito un commento sulle prospettive dei mercati emergenti, a cura di Nadège Duf ...

Azimut, sua maestà il dividend yield

Nell’Olimpo delle società di Piazza Affari con il titolo dalla redditività migliore, ci sono ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X