Banche reti, chi è già in pista con i Pir alternativi

A
A
A
Avatar di Redazione 14 Settembre 2020 | 10:21
Azimut e Banca Generali hanno già lanciato prodotti nei mesi scorsi, mentre Fideuram e Banca Mediolanum si preparano a esordire entro l’anno. L’industria nel suo complesso, però, non ci si è ancora buttata a capofitto.

Azimut e Banca Generali hanno già i loro prodotti, Fideuram e Banca Mediolanum si preparano a esordire entro la fine del 2020. Il mondo delle banche reti è già sul pezzo se si parla di Pir alternativi, ma non sono tante le società di gestione che si sono già buttate su questi prodotti nonostante l’innalzamento da parte del legislatore della soglia d’investimento da 150 a 300 mila euro sottoscrivibili su base annua. Come riporta un articolo di Plus 24, l’inserto del Sole 24 Ore, da un lato i punti interrogativi sull’evoluzione della normativa in attesa del via libera definitivo potrebbero aver inibito, per ora, lo spirito d’iniziativa. Dall’altro, si tratta comunque di veicoli d’investimento più impegnativi rispetto ai Pir ordinari, con una struttura chiusa e un’ottica di lungo periodo.

All’interno del mondo delle banche reti, Azimut nel luglio scorso ha lanciato il fondo AZ Eltif Ophelia che ha soglia minima di accesso di 10 mila euro e lancerà altri Eltif Pir nell’ultimo trimestre del 2020. Banca Generali, invece, propone 8A+ Real Italy Eltif, un prodotto partiti ad agosto molto esposto sul mercato italiano e diversificato sull’obbligazionario.

Chi non ha ancora debuttato, ma è pronta per farlo, è Banca Mediolanum, che ha già annunciato di volerli lanciare nei prossimi mesi con l’obiettivo di proporli alla sua clientela affluent/private. Anche Fideuram entrerà nel segmento dei Pir alternativi entro la fine del 2020 e la soglia minima sarà di 100 mila euro. Le attese per il 2020 sulla raccolta di questi prodotti, secondo Equita Sim, sono di 2-3 miliardi di euro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Azimut Libera Impresa, affare modenese nella ceramica

Risparmio gestito, che forza Azimut e Mediolanum

Banche reti, potenze a confronto numero per numero

Azimut: la raccolta va, tra Australia e alternativi

Azimut, più forza negli States grazie a Genesis

Reti e gestori: che cuccagna la performance fee

Consulente-terapista, per Martini (Azimut) questo è il futuro

Consulenti, l’ufficio è superato. Parola di Martini

Martini (Azimut) ha la soluzione per il denaro sprecato degli italiani

Azimut, Martini vuole la carica dei consulenti social

Giuliani (Azimut), la correzione e la regola di un terzo

Azimut, raccolta di fuoco e ritorno di fiamma

Azimut, un dividendo è per sempre e il reclutamento vola

Azimut si espande negli Usa con una fetta di Kennedy Lewis

Risparmio gestito, Generali stacca tutti. Morgan Stanley e Mediolanum inseguono

Perfomance fee, Azimut e il colpaccio di giugno 

Reti e remunerazione, promossi e bocciati per BlackRock

Martini (Azimut): “BTp Futura, meglio pensarci due volte”

Azimut, impennata della raccolta

Top 10 Bluerating: Azimut campione delle Commodity

Azimut, arriva il fondo senza tasse

Pro capite, a maggio i migliori cf sono di Fideuram

Azimut, grande mossa sui Private Investment

Fineco e Azimut, le reti più scalabili

Azimut pesca un asso nel Private

Reti e consulenti, dopo la fase 1 è arrivato il momento delle pagelle

Azimut, la corporate advisory per consulenti e imprese

Azimut, la raccolta prosegue positiva anche a maggio

Azimut, l’alternativo al passo con le start up

Azimut: tra religione ed elicotteri, le domande impossibili a Giuliani

Azimut, un nuovo successo per il corporate finance

Azimut e gli Escalona, quando la consulenza è una tradizione di famiglia

Investimenti, 6 strategie dei big delle reti a confronto

NEWSLETTER
Iscriviti
X