Enasarco, tutti i perché di quel voto annullato

A
A
A
di Redazione 30 Dicembre 2020 | 15:29
La fondazione spiega i motivi della decisione della Commissione Elettorale contestata da FarePresto! e Artènasarco

La tormentata vicenda del rinnovo dei vertici Enasarco si arricchisce di un nuovo capitolo. Dopo la decisione presa dalla commissione elettorale dell’Ente, in seguito allo stallo che si era venuto a creare lo scorso 23 dicembre, le liste alleate Fare Presto! e Artènasarco avevano gridato allo scandalo con la diffusione di un comunicato (leggi qui) nel quale annunciavano proteste e azioni legali, poiché si sentivano defraudati dalla vittoria ottenuta nelle urne con la maggioranza dei voti. A 24 ore di distanza è arrivata la risposta ufficiale di Fondazione Enasarco, in risposta agli alleati.

Secondo la nota ufficiale dell’Ente, il motivo della decisione – che ha reso non valida una preferenza espressa il 23 dicembre, a favore di Fare Presto! e Artènasarco – è che uno dei voti espressi sarebbe stato “reso successivamente alla chiusura della votazione dichiarata dal presidente, dopo un lasso di tempo significativo e ripetute chiamate telefoniche rivolte a sollecitare il voto di un delegato. Quest’ultimo, quindi, si è espresso non solo tardivamente ma anche fuori dalla videoconferenza, modalità prevista nella lettera di convocazione dell’Assemblea dei Delegati”.

La nota, inoltre, ha precisato le varie fasi attraversate per arrivare al punto di oggi.

Le modalità di rinnovo degli organi di governo della Fondazione prevedono due distinte fasi. Nella prima – che si è svolta dal 24 settembre al 7 ottobre – è stata votata da tutti gli iscritti la nuova Assemblea dei Delegati, all’interno della quale si sono formati i seguenti raggruppamenti secondo quanto comunicato dalle stesse organizzazioni di riferimento:

  1. Anasf, Federagenti, Confesercenti-Fiarc, Confartigianato-Assopam
  2. Confcommercio-Fnaarc, Confindustria, Confcooperative, Confapi, CGIL, CISL, UIL e Usarci

Successivamente, i due raggruppamenti hanno espresso il proprio voto – lo scorso 23 dicembre – sulla base delle liste presentate dalle singole componenti per il rinnovo del Consiglio di Amministrazione. Questi i risultati, all’esito dell’elezione:

Per la componente Agenti:

ALLEANZA PER ENASARCO 16 voti

ENASARCO DEL FUTURO 5 voti

FARE PRESTO AGENTI 19 voti

Le liste “Alleanza per Enasarco” e “Enasarco del futuro” sono riconducibili al secondo raggruppamento, mentre la lista “Fare Presto Agenti” è riconducibile al primo.

Per la componente Imprese:

FARE PRESTO CONFESERCENTI 6 voti

PROGETTO ENASARCO 7 voti

UNITI PER ENASARCO 3 voti

ARTèNASARCO 3 voti

Le liste “Fare presto Confesercenti” e “Artènasarco” sono riconducibili al primo raggruppamento, mentre le liste “Progetto Enasarco” e “Uniti per Enasarco” sono riconducibili al secondo.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Enasarco cambia, tra rinvii al fotofinish e nuove battaglie all’orizzonte

Enasarco, domani tocca alla Commissione. FarePresto! tende la mano

Enasarco, il giudice impone il ribaltone

NEWSLETTER
Iscriviti
X