Gruppo Credem, dall’Abi un premio per l’innovazione nei servizi bancari

A
A
A
di Redazione 29 Marzo 2022 | 08:30

Si è svolta nei giorni scorsi la cerimonia di premiazione dell’edizione 2022 del Premio ABI per l’innovazione dei servizi bancari. Questo riconoscimento annuale, promosso dall’Associazione Bancaria Italiana, si propone di diffondere e promuovere la cultura dell’innovazione nei settori bancario, assicurativo e finanziario.

Nell’edizione di quest’anno Credem, tra i principali gruppi bancari italiani e tra i più solidi in Europa, ha ottenuto un importante riconoscimento a dimostrazione del continuo impegno nella creazione di prodotti, servizi ed iniziative innovative in linea con le aspettative e i bisogni della clientela.

Nella categoria “Trasformazione Digitale”, in particolare, la banca ha ricevuto il premio innovazione per il progetto Inventory Chain Platform. Si tratta di un sistema innovativo di pegno rotativo non possessorio su merci supportato, per la prima volta in Europa, dalla tecnologia di registri digitali condivisi (blockchain). In dettaglio, l’istituto può mettere a disposizione dei produttori una linea di credito ricevendo come garanzia le merci prodotte. L’impresa conserva i beni stessi presso i propri magazzini (pegno non possessorio) e potrà sostituirli nel corso del tempo con altri di pari valore (pegno rotativo). La novità assoluta di questa modalità è che, per la prima volta in Europa, è possibile monitorare costantemente la merce posta a garanzia tramite un sistema di database digitali condivisi tra il produttore e la banca (blockchain), sviluppati in collaborazione con Sopra Steria, uno dei leader europei della consulenza, dei servizi digitali e dello sviluppo software.

Nella motivazione di assegnazione, in dettaglio, la giuria ha sottolineato il valore di “(…) aver realizzato una piattaforma che consente la completa digitalizzazione della gestione del pegno non possessorio, su forme di Grana Padano assicurando un’adeguata sorveglianza del bene oggetto della garanzia, mediante l’impiego della Blockchain. La soluzione garantisce, tra le altre cose, la  possibilità di conservare la propria copia del Registro Distribuito sui propri sistemi e la contro valorizzazione periodica della garanzia. La piattaforma è inoltre predisposta per essere multi-cliente, multi-istituto e multi-filiera”.

Credem ha realizzato la prima operazione di questo tipo ad inizio 2022 con Latteria Soresina. Più in dettaglio la banca ha messo a disposizione della latteria una linea di credito di 20 milioni di euro che è garantita da forme di formaggio Grana Padano che restano presso i magazzini del produttore e sono monitorate tramite un sistema di registri digitali condivisi.

“Credem conferma ulteriormente il proprio storico impegno nel sostenere le imprese nel loro percorso di sviluppo e di crescita”, ha dichiarato Corrado Biuso, Responsabile Commerciale Medie e Grandi Imprese di Credem, “curando il loro benessere finanziario, anche attraverso una costante innovazione nell’offerta di prodotti e servizi”. Il Gruppo Credem, tra i principali istituti bancari italiani e tra i più solidi d’Europa, è quotato alla Borsa Italiana ed ha un total business a fine 2021, tra raccolta complessiva e prestiti, pari ad oltre 120 miliardi di euro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X