Consulenti finanziari, training class: mettetevi alla prova con gli interessi sui titoli di Stato

A
A
A
di Chiara Merico 5 Gennaio 2017 | 14:40
La risposta esatta alla domanda pubblicata ieri, a proposito delle obbligazioni, era quella contraddistinta dalla lettera C.

RISPOSTA “C” – La risposta esatta alla domanda pubblicata ieri, a proposito delle obbligazioni, era quella contraddistinta dalla lettera C. La riproponiamo qui di seguito.

Consideriamo due titoli obbligazionari che si caratterizzano per il fatto di avere le medesime caratteristiche contrattuali, con un’unica eccezione: l’obbligazione A ha cedole annue pari al 10%, mentre l’obbligazione B è del tipo zero coupon. Confrontando i due titoli possiamo affermare che:

A: non abbiamo dati sufficienti per confrontare i rischi di prezzo e di reinvestimento dei due titoli
B: il titolo B è più esposto al rischio di reinvestimento rispetto al titolo A
C: il titolo A è meno esposto al rischio di prezzo rispetto al titolo B
D: il titolo A è più esposto al rischio di prezzo rispetto al titolo B

NUOVO QUESITO – La domanda di oggi nell’ambito della nostra training class dedicata alla formazione dei consulenti finanziari riguarda gli interessi sui titoli di Stato. Mettetevi alla prova e tornate lunedì a verificare la risposta.

 A quale categoria reddituale appartengono gli interessi sui titoli di Stato ed equiparati, percepiti da una persona fisica non in esercizio d’impresa?

A: Ai redditi di capitale
B: Ai redditi d’impresa
C: Ai redditi di lavoro dipendente
D: Ai redditi diversi

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti finanziari, training class: mettetevi alla prova con il codice deontologico Anasf

Consulenti finanziari, training class: mettetevi alla prova con il risparmio amministrato

Consulenti finanziari, training class: mettetevi alla prova con la prova valutativa

NEWSLETTER
Iscriviti
X