Etf, Akamai salva i mercati

A
A
A
di Biagio Campo 5 Febbraio 2009 | 17:18
La trimestrale sopra le attese di Akamai ha spinto in rialzo i tecnologici, che hanno trainato in guadagno gli indici americani, dopo che le borse occidentali avevano toccato nuovi minimi. Il veloce cambio di segno dei mercati non è però stato riflesso sugli Etf quotati a Milano che, ad eccezione della Cina, chiudono in calo.

I mercati hanno testato nuovi minimi nel pomeriggio europeo, spinti al ribasso dall’inatteso aumento dei sussidi di disoccupazione Usa, ai massimi da 26 anni, e dai pessimi dati societari quali la trimestrale sotto le attese della statunitense Cisco ed il crollo della svizzera Swiss Re, secondo più grande riassicuratore mondiale, dopo che la società ha annunciato la perdita di 650 milioni di Euro per il 2008, ma soprattutto un’attività fuori controllo sui cds, che hanno causato una perdita di 3 miliardi e mostrato le carenze dei controlli interni, facendo temere al mercato nuove perdite. La forte volatilità degli indici ha permesso una rapida inversione di segno spinta da Akamai, il più grande fornitore di software e servizi per velocizzare le consegne degli acquisti fatti da Internet.

Gli Etf sul mercato italiano non riescono a seguire il recupero degli indici e chiudono in calo; Db-X-Trackers S&P/Mib Index (-2,06%), Ishares S&P/Mib (-1,12%), Lyxor S&P/Mib (-0,82%), le differenti performance riflettono il diverso grado di liquidità dei diversi prodotti, con il Lyxor che mostra uno spessore decisamente maggiore.

Mercato svizzero e assicurativi appesantiti da Swiss Re, che chiude a 21,7 franchi, in calo del 28 per cento; Db-X-Trackers Smi (-3,47%), Lyxor Dj Stoxx 600 Insurance (-1,24%).

Anche gli Etf sugli Stati Uniti non riescono a riflette il rimbalzo delle borse
, similmente a quanto detto sopra per l’Italia; Lyxor Nasdaq-100 (-0,49%), Ishares S&P 500 (-1,36%), Powershares Eqqq Fund (-0,04%), Lyxor Dow Jones Industrial Average (-1,76%), Db-X-Trackers Msci Usa Trn Index (-1,66%). Meglio riesce a fare l’Etf Securities Russell 2000 (+0,15%), tuttavia ancora tra volumi molto ridotti. 

In rialzo fin dalla mattina gli indici cinesi, che chiudono sui massimi spinti dal rialzo di Wall Street; Lyxor Hong Kong Hsi (+1,05%), Db X-Trackers Ftse/Xinhua China 25 (+0,42%), Ishares Ftse/Xinhua China 25 (+1,69%), Lyxor China (+1,83%), confermando per questi due ultimi la grandissima liquidità.

L’outlook sui prodotti agricoli continua a rimanere positivo, dopo i minimi toccati a fine 2008, tuttavia in assenza di nuovi dati è più facile prevedere una fase di accumulazione, piuttosto che un immediato recupero; Etf Securities Wheat (+3,04%).

Dopo il ribasso di quasi il 60 per cento dai massimi dell’estate 2008, tornano forti gli acquisti su palladio, Etf Securities Physical Palladium (+4%) e platino, Etf Securities Physical Platinum (+1,62%).
Proprio su quest’ultimo sono stati di recente pubblicati report tra loro divergenti; Barclays e Credit Swiss prevedono infatti una ripresa sul finire del 2009, mentre Citigroup stima un eccesso di offerta per tutto il corso dell’anno, con un conseguente calo di valore.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti