Etf – Perché puntare su prodotti tematici

A
A
A
di Fabio Coco 12 Marzo 2009 | 11:20
Massimo Siano ha presentato ieri la nuova offerta di Etf Securities, consistente in 13 nuovi Etf azionari tematici.

Nella conferenza tenutasi a Palazzo Mezzanotte a Piazza Affari ieri, [p]Massimo Siano[/p], responsabile per il mercato Etf Italia, ha presentato la nuova piattaforma azionaria tematica lanciata da Etf Securities Ltd il 29 Gennaio.

La decisione di lancio di 13 nuovi Etf, è volta a catturare il potenziale non ancora sfruttato all’interno del mercato italiano, costantemente in crescita. Per quanto concerne gli Etc, inoltre, Piazza Affari è la seconda borsa al mondo.

Lo scopo è quello di fornire una piattaforma sempre più integrata – afferma Siano – con l’obiettivo di fornire agli investitori, un’ampia scelta per le proprie decisioni di asset location.

Etf Securities è una società innovatrice e pioniere nel mondo degli Etc: al 2003, infatti, risale la quotazione del primo Etc sull’oro sui mercati londinese ed australiano.

L’importanza dei commodity è al centro dell’attenzione di Etf Securities, spiega Massimo Siano. Si pensi solo al fatto che l’industria degli Etc è considerata da molti la sesta/settima banca mondiale in termini di riserve aurifere.

Etf Securities vanta più di mezzo miliardo di dollari di patrimonio gestito solo sulla Borsa nostrana, con cifre in crescita di mese in mese.

La scelta di emettere Etf azionari tematici su ben cinque piazze europee, è volta a sfruttare non solo le opportunità di crescita che le materie prime offrono (il mercato italiano è il primo al mondo in termini di scambi di Etc sugli energetici, per esempio), ma anche la possibilità ai sottoscrittori di investire direttamente sulle materie prime, occasione non sempre possibile con gli Etc.

Ad esempio, si potrebbe optare per un Etf tematico nel caso in cui si creda che, nel ciclo delle commodity, ci possano essere momenti in cui le società performeranno meglio della materia prima trattata. 

Importante, secondo Siano, è il fatto che Etf Securities sia una società indipendente e specializzata solo sul campo degli Etf e degli Etc. Questo consente all’emittente, di possedere un team sui securities che è il più grande in Europa.


Punto di forza della società è quello di cercare costantemente sul mercato i migliori partner, che possano prezzare in maniera competitiva i prodotti finanziari.

Focalizzandoci, poi, sull’efficienza, se negli Etc la controparte si impegna a dare un prezzo Total Return NAV senza possibilità di tracking error, negli Etf, l’indipendenza di Etf Securities consente di avere molteplici swap provider, garanti del miglior prezzo e minor tracking error (al di là del sottostante che replicano).

Se dietro agli Etc, la presenza di AIG garantisce una collateralizzazione del prodotto al 100%, anche negli Etf la presenza di molteplici provider fa sì che ogni swap sia collateralizzato in toto.

Infatti, gli swap offrono una miglior replica del sottostante (obiettivo, non un obbligo), soprattutto in momenti di alta volatilità dei mercati in generale, e dei commodity nello specifico.

Nell’esempio fornito da Massimo Siano, nulla vieta ad un investitore di assumere una posizione long su un Etf Oil Gas, se si ritiene che le società petrolchimiche siano state penalizzate dal mercato, ed una posizione short sul Crude Oil, al fine di coprirsi sul prezzo (operazioni di hedge).

In conclusione, Etf Securities Ltd è una società leader nel mondo degli Etc e degli Etf, la prima in Europa per l’offerta di Etf con sottostanti gli indici Russell 1000 e 2000 armonizzati UCITS III, trattazione cui si rimanda a prossimi articoli.

Si veda, inoltre, l’articolo correlato: www.bluerating.com/etf-e-certificati/171-etf/5002-etf-etf-securities-punta-sui-russell-1000-e-2000.html

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Borse internazionali: il quadro tecnico settimanale di Aldrovandi

Mercati: rallenta la Cina ma non il rally delle commodity

Borse internazionali: il punto tecnico della settimana di Aldrovandi

NEWSLETTER
Iscriviti
X