Oro: Goldman Sachs taglia le sue stime sul prezzo

A
A
A
di Redazione 6 Dicembre 2012 | 08:53

Secondo la banca d'affari statunitense i rischi ribassisti per il metallo giallo starebbero aumentando. Le previsione a tre mesi sono state tagliate dello 0,8% a 1.825 dollari all'oncia. Ma non solo


TAGLIO DELLE STIME Goldman Sachs ha tagliato le sue previsioni sul prezzo dell'oro nel 2013. Secondo la banca d'affari statunitense i rischi ribassisti per il metallo giallo starebbero aumentando. Le previsione a tre mesi sono state tagliate dello 0,8% a 1.825 dollari all'oncia, quella a sei mesi del 7% a 1.805 dollari all'oncia e quella a 12 mesi del 7,2% a 1.800 all'oncia. Per il 2014 Goldman si attende un prezzo medio dell'oro di 1.750 all'oncia.

LE MOSSE DELLA FEDGoldman Sachs ha sottolineato che le stime dell'oro sono influenzate da due forze opposte: da una parte dall'ulteriore allentamento monetario da parte della Federal Reserve, dall'altra il gradule aumento dei tassi d'interesse reali negli Usa a seguito della ripresa economica. Un possibile miglioramento dell'economia statunitense influirà più di un'ulteriore espansione del bilancio della Fed.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti