Wall Street prudente, bene T-bond e oro

A
A
A
di Luca Spoldi 14 Gennaio 2013 | 14:53

Il mercato pare apprezzare le dichiarazioni del membro Fomc Charles Evans sulla politica monetaria Usa e le speranze di un allentamento della crisi finanziaria europea

WALL STREET RESTA SUI BLOCCHI – Avvio di settimana prudente a Wall Street, dove l’indice Dow Jones dopo i primi scambi oscilla attorno ai livelli precedenti (-0,01%) al pari dell’S&P500 (invariato), col Nasdaq in calo dello 0,32%. Dal canto loro i T-bond vedono il rendimento del decennale ridiscendere sull’1,84% (dall’1,87%) e quello sul trentennale al 3,02% (dal 3,04%) dopo le dichiarazioni di stamane in Asia del membro del Fomc Charles Evans secondo cui la politica monetaria è destinata a sostenere la crescita ancora a lungo.

Parole che allontanano lo spettro di un inasprimento della stessa già a fine 2013 e che indeboliscono il dollaro, facendo ripartire preziosi e materie prime: l’oro rimbalza a 1671,80 dollari l’oncia (11,10 più di venerdì), l’argento sale a 31,11 dollari (69 centesimi di rialzo), mentre il petrolio oscilla a 93,67 dollari (una dozzina di centesimi di guadagno) nonostante alcuni report negativi sul settore da parte di case d’investimento come Morgan Stanley.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X