New York, il rimbalzo è già terminato?

A
A
A
di Luca Spoldi 5 Febbraio 2014 | 15:39

Nonostante un tentativo a inizio seduta di ulteriore recupero, sul listino americano si riaffacciano ordini di vendita e gli indici passano in negativo. La liquidità in uscita oggi predilige l'oro più dei bond

IL RIMBALZO E’ GIA’ INTERROTTO – Un timido tentativo di recupero a inizio giornata, ma allo scoccare della prima ora di lavoro Wall Street torna a perdere terreno, con l’indice Dow Jones che segna -0,63%, l’S&P500 a -0,34%, il Nasdaq in calo dello 0,68% e le small cap del Russell 2000 in rosso dello 0,87%. Tra le blue chip continua il recupero di Merck, mentre Boeing e United Technologies allungano la sequenza di sedute negative.

BOND IN LIEVE CALO, BENE ORO E PETROLIO – I T-bond dal canto loro vedono il rendimento sul decennale risalire sul 2,65% e quello del trentennale sul 3,62%. L’oro oscilla a 1.255,8 dollari l’oncia (1,7 dollari di guadagno), l’argento resta a 19,84 dollari (36 centesimi di recupero), mentre il petrolio risale sui 97,60 dollari al barile (18 centesimi più del precedente fixing).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Asset allocation, Wall Street: ecco vincitori e vinti dall’annuncio del vaccino

Mercati, Borse: ecco statisticamente come si colloca l’attuale rally

Investimenti, ecco i nuovi target per Wall Street

NEWSLETTER
Iscriviti
X