Nikkei225: per Nomura yen e tasse raffreddano gli investitori

A
A
A
di Luca Spoldi 15 Marzo 2018 | 10:26

Investitori ancora più prudenti sulla bora di Tokyo

Nuovi segnali di cautela emergono dal Nomura Invididual Investor Survey di marzo, che monitora le aspettative che gli investitori ripongono nell’andamento del mercato azionario giapponese. In particolare l’indice Nomura I-View, calcolato sulle attese circa la crescita/decrescita dell’indice Nikkei225, è calato per il secondo mese consecutivo, col 17,6% degli investitori (5 punti percentuali in più del mese precedente) che ritengono che l’andamento dei cambi sia il fattore che più peserà sull’andamento del mercato, mentre calano a solo il 3,9% (2,6 punti percentuali in meno) gli investitori che ritengono che sarà l’andamento dei tassi giapponesi a condizionare il listino.

Piacciono i beni di consumo, i finanziari non attirano

Ma quali sono i settori che maggiormente interessano gli investitori che puntano sul mercato azionario di Tokyo? Secondo Nomura per la prima volta dal febbraio 2017 tornano a salire le attese positive per il settore dei beni di consumo, che dunque torna a piacere agli investitori, mentre le attese per il settore finanziario toccano il minimo dal febbraio 2016: non sembra dunque il momento per posizionarsi sui titoli finanziari nipponici.

Lo yen potrebbe salire ancora sul dollaro

Per il 52,1% (il 4,6% in meno del mese precedente) degli investitori intervistati da Nomura per il sondaggio, nei prossimi tre mesi lo yen dovrebbe guadagnare ulteriore terreno contro dollaro, non a caso continua a crescere la percentuale (ora il 16,3%, contro il 10,2% di febbraio) di coloro che ritengono poco attraenti gli investimenti in dollari. Da notare che Nomura questo mese ha anche chiesto quali possano essere le condizioni in grado di portare gli investitori ad incrementare la propria esposizione all’azionario giapponese.

Tassa sui capital gain frena investimenti azionari

La risposta che ha ottenuto il numero maggiore di consensi è stata “una riduzione del carico fiscale sugli investimenti azionari”, scelta dal 28,5% di tutti gli intervistati. All’ulteriore domanda rivolta a costoro su quale misura potrebbe portarli a incrementare l’esposizione azionaria, la risposta preferita è risultata essere “eliminare l’imposta sui capital gain azionari”. Tra gli altri fattori in grado di influenzare la propensione a investire sul mercato azionario giapponese sono stati poi indicati “un miglioramento dei rendimenti degli azionisti (dividendi, riacquisti di azioni)”, scelto dal 28,2% degli investitori e “una maggiore fiducia nella politica e misure politiche” a cui è andato il 18,0% dei consensi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Perché rimaniamo sul treno in corsa (dei mercati azionari)

La strada verso la ripresa sarà più accidentata del previsto

Dopo i sorteggi Champions Juve poco mossa in borsa

NEWSLETTER
Iscriviti
X