Conio fa gola agli investitori interessati a fintech e blockchain

A
A
A
di Luca Spoldi 22 Giugno 2018 | 10:30

Miccoli apre il capitale di Conio

Consentire ai propri utenti di comprare e vendere Bitcoin e altre criptovalute con semplicità è la missione di Conio, startup fintech specializzata in servizi blockchain per banche, assicurazioni, imprese e istituzioni pubbliche e private. Un business che sembra trovare sempre più estimatori, visto che Conio, nata a San Francisco nel 2015, ma da due imprenditori italiani come Christian Miccoli (ex amministratore delegato di CheBanca!, del gruppo Mediobanca, dopo essere stato il creatore del Conto Arancio per ING Direct) e Vincenzo Di Nicola (ideatore della tecnologia Gopago, poi ceduta ad Amazon), ha appena annunciato un aumento di capitale con cui ha raccolto 3 milioni di dollari da parte di alcuni investitori qualificati guidati da Innova et Bella.

Conio valutata 40 milioni di dollari

L’operazione, si legge in un comunicato di Conio, è avvenuta sulla base di una valutazione complessiva della società superiore ai 40 milioni di dollari. Le soluzioni fintech e i wallet di Conio vengono offerti sia in versione “white label” sia “private label” e sono integrabili all’interno di applicazioni finanziarie offerte dalle banche alla propria clientela retail, private e corporate. Le risorse raccolte, ha dichiarato Miccoli, “consentiranno un ulteriore sviluppo della nostra offerta di servizi a supporto dei nostri clienti retail e corporate per la gestione dei protocolli blockchain e dei wallet bancari per la gestione degli asset digitali”.

Anche Poste Italiane tra i soci di Miccoli e Di Nicola

Oltre a Miccoli e a Di Nicola, Conio annovera già tra i propri azionisti Poste Italiane, Banca Finanziaria Internazionale, Fabrick, Boost Heroes, il network Italian Angels for Growth, David Capital e “un nutrito gruppo di investitori professionali”. Il round di finanziamento, ha precisato Francesco Guido Bonetti, presidente di Innova et Bella, si è chiuso lo stesso giorno di apertura, dopo una raccolta nel prebooking di manifestazioni d’interesse per una domanda pari a tre volte e mezzo l’offerta. Il mercato a cui si rivolgono le soluzioni di Conio è del resto in grande crescita: si stima che nei prossimi 10 anni vi saranno in Italia oltre 10 milioni di detentori di valute digitali, più di 400 milioni a livello mondiale.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Etf, Fidelity in pressing sulla Sec per il Bitcoin

Mercati: Greenidge (mining di Bitcoin) debutta sul Nasdaq

Criptovalute: si diffondono rapidamente i pagamenti in Bitcoin

NEWSLETTER
Iscriviti
X