Il contante resta essenziale per l’economia

A
A
A
di Redazione 5 Aprile 2017 | 10:06

“Anche nell’era digitale, il contante resta essenziale per la nostra economia”. Lo ha detto il presidente della Bce, Mario Draghi, in una nota diffusa in concomitanza con il varo della nuova banconota da 50 euro, la quarta della nuova serie Europa. Nella nota si precisa che le nuove banconote da 100 euro e da 200 euro, le ultime della serie (quella da 500 euro non sarà più replicata) entreranno in circolazione da inizio 2019.

Secondo un sondaggio condotto su migliaia di punti vendita in tutta l’Eurozona, i cui risultati saranno resi noti in agosto, emerge che i tre quarti delle transazioni nell’area avvengono in contante, la metà in termini di valore. La banconota da 50 euro, ricorda la nota, è la più usata tra tutte quelle disponibili e, con circa 9 miliardi di pezzi in circolazione, copre il 46% di tutte le banconote in euro in circolazione. La ‘vecchia’ banconota da 50 euro continuerà ad avere normale corso legale e a circolare a fianco della nuova banconota per essere poi gradualmente ritirata dai circuiti monetari. Con un ulteriore progresso nella lotta contro la contraffazione, la nuova banconota da 50 euro prevede una finestra, nella parte superiore dell’ologramma, con il ritratto della dea greca, Europa, che diventa trasparente in controluce ed è visibile da entrambi i lati della banconota. Il ritratto di Europa è anche visibile nella filigrana, a fianco del numero verde smeraldo che contraddistingue il taglio da 50 euro e che, muovendo la banconota, ha un effetto di luce che si sposta. La banconota, inoltre, comprende una scrittura in risalto per le persone ipovedenti.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti