Va già verso il raddoppio il conto di Alitalia

A
A
A
di Maria Paulucci 4 Maggio 2017 | 08:17

Fino ad una manciata di ore fa per Alitalia si prospettava un prestito ponte da 300-400 milioni per “traghettare” la ex compagnia di bandiera verso i privati.  Ma il consiglio dei ministri ha deciso di varare un prestito ponte da 600 milioni a favore di Alitalia su proposta del premier Paolo Gentiloni e dei ministri Pier Carlo Padoan e Carlo Calenda, che, durante il referendum dei lavoratori, si erano espressi contro qualsiasi operazione di sostegno pubblico per l’ex compagnia di bandiera. Lo riporta ilfattoquotidianio.it. “Il finanziamento è concesso, nel rispetto della disciplina sugli aiuti di Stato per il salvataggio e la ristrutturazione di imprese non finanziarie in difficoltà (…) e dovrà essere restituito entro sei mesi dalla sua erogazione”, spiega una nota di Palazzo Chigi. Già, e se invece, come è probabile, vista la situazione non venisse restituito? Semplice, pagherebbe Pantalone, come sempre.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Alitalia, molte parole pochi fatti: M5S e PD litigano su nomine e strategie

Trasporto aereo: 2020 da incubo, 2021 anche peggio?

Aiuti miliardari ad Air France e Lufthansa, che fine farà Alitalia?

NEWSLETTER
Iscriviti
X