Etf, Hsbc debutta a Piazza Affari con cinque prodotti “low Ter”

A
A
A
di Finanza Operativa 14 Giugno 2017 | 16:30

HSBC Global AM debutta sul mercato Etf Plus di Borsa Italiana con cinque Etf che offrono agli investitori accesso ai principali mercati azionari a livello globale e che fanno parte dell’offerta più ampia di 24 fondi già registrati in Italia per i soli investitori qualificati. Nel dettaglio, si tratta di:

Tutti sono a replica fisica e, a detta dell’emittente, “prestano particolare attenzione alla qualità stessa della replica in linea con l’indice di riferimento, nonché alla sua trasparenza, garantendo un accesso ai mercati internazionali in modo efficiente dal punto di vista dei costi”.
In particolare, nell’ambito dei mercati emergenti, l’HSBC MSCI EMERGING MARKETS UCITS ETF porta sul mercato uno dei più bassi Ter tra i vari prodotti a replica fisica dell’indice MSCI Emerging Markets. In aggiunta, l’HSBC MSCI JAPAN UCITS ETF offre il TER minore in termini assoluti tra quelli disponibili sul mercato di riferimento. Questi sono esempi di come la gamma degli ETF HSBC si classifica tra le più convenienti in termini di costi associati ai prodotti di tutta Piazza Affari.
“Siamo molto soddisfatti della quotazione su Borsa Italiana dei primi cinque ETF – ha commentato Roberto Citarella, Managing Director della Branch Italiana di HSBC Global AM– perché ci permette di ampliare e diversificare la nostra proposta confermando l’approccio globale e di alto livello che ci contraddistingue. Sin dal 2009 siamo attivi sul mercato europeo con i nostri ETF, che presentano TER tra i più bassi di mercato, ed oggi siamo lieti di offrire agli investitori la nostra competitività e la nostra esperienza attraverso cinque ETF quotati su Borsa Italiana. Considerata la copertura a 360° dei principali benchmark al mondo, questi cinque ETF rappresentano il kit minimo indispensabile per un investitore interessato a replicare un portafoglio azionario a livello globale. Il nostro obiettivo resta sempre quello di garantire ai clienti i migliori rendimenti possibile rispetto a rischi assunti e con particolare attenzione ai costi.”

Pietro Poletto, Responsabile dei mercati Fixed Income del London Stock Exchange Group ha commentato: “Il comparto degli ETF risulta da anni in forte espansione e sta attirando sempre più l’attenzione degli investitori di tutto il mondo. Borsa Italiana consolida la propria posizione strategica nel panorama europeo e la scelta di un importante ETF provider come HSBC di quotare i propri strumenti sul nostro mercato lo conferma. La costante crescita di volumi e di masse gestite ci spinge a continuare a innovare la nostra offerta con prodotti che permettano agli investitori una costruzione di portafogli sempre più diversificati ed efficienti”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Rendiconti Mifid 2, ecco le novità delle linee guida di Assoreti-Assogestioni

Costi di casa: le tariffe aumentate dopo l’emergenza Covid

Quanto costerà una giornata in spiaggia? Circa come nel 2019

NEWSLETTER
Iscriviti
X