La strategia settoriale Us segna +5,8% da inizio anno, positiva anche quella europea

A
A
A
di Finanza Operativa 11 Settembre 2018 | 09:30

Con i listini azionari europe in difficoltà e quelli statunitensi ancora in rialzo, anche le performance di agosto dei portafogli settoriali Usa e Ue non potevano che essere divergenti. Il paniere europeo ha accusato un calo del 2,3% mentre quello statunitense è salito dell’1,89 per cento. Da inizio anno la performance del RP-US segna così +5,8% (+8,5% l’andamento dell’S&P500) mentre quella del RP-EU resta in positivo dello +0,5% (-0,7% il risultato del Dj Stoxx).
I due panieri sono basati su una strategia sistematica che sfrutta i diversi andamenti settoriali rispetto a quello degli indici generali. E’ la filosofia alla base di questi due portafogli, uno sull’equity statunitense e l’altro su quello europeo. Un paniere bilanciato che ha come metodologia sottostante il “risk parity“, che già utilizziamo per tutti gli altri portafogli. Che per sua natura tende a “rimanere indietro” nelle fasi fortemente rialziste degli indici azionari, ma a ridurre le perdite in quelle ribassiste.
Nei momenti di alta volatilità, poi, tutte le posizioni sono chiuse e l’intero ammontare del portafoglio viene riversato su un Etf obbligazionario di corto termine, il Lyxor EM35 per l’Europa e lo iShares SHY per gli Usa. Lo storico del portafoglio Usa con i pesi aggiornati a fine agosto è qui. Quello del portafoglio Europa è qui. Qui sotto gli andamenti storici, confrontati con i rispettivi benchmark, dei due portafogli. M.M.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Il Portafoglio Settoriale Ue dimezza la perdita dello Stoxx600

Portafoglio settoriale Europa, +1,83% in novembre

Portafogli settoriali: quello Europeo dimezza la perdita dell’EuroStoxx

NEWSLETTER
Iscriviti
X