Niente rally di Natale: Dow Jones verso il peggior dicembre dal 1932

A
A
A
Finanza Operativa di Finanza Operativa 24 Dicembre 2018 | 12:00

A cura di David Jones, Chief Strategist, Capital.com
Con il crollo delle borse per Natale, c’è solo una cosa di cui possiamo essere certi: non si è verificato il Rally di Babbo Natale. Per gli investitori, questo dicembre è stato un mese terribile: finora il Dow Jones è sulla buona strada per il suo peggiore dicembre dal 1932 (!), dopo aver perso il 12% nel mese rispetto alla chiusura dello scorso venerdì. Gli investitori saranno forse contenti di avere un po’ di… tempo libero – ma il mercato non promette nulla di buono per il 2019.
I valori sono aumentati dalla crisi finanziaria e abbiamo assistito a dieci anni di crescita pressoché ininterrotta, che hanno visto molti mercati azionari mondiali raggiungere nuovi massimi storici. L’inversione di tendenza degli ultimi mesi non ha indotto gli acquirenti a tornare indietro, lasciando molte persone preoccupate che l’anno prossimo si possa assistere a un mercato ‘bearish’ in piena regola.
L’oro è stato invece l’asset più brillante nelle ultime settimane. Mentre in molte altre classi di attivo l’incertezza aumenta, l’oro ha goduto di un rimbalzo rispetto ai suoi minimi estivi. Da allora è aumentato di 100 USD l’oncia e negli ultimi quattro mesi è aumentato di oltre il 6%. Se l’incertezza generale continuerà nel 2019, l’oro potrebbe mantenere la sua popolarità ed essere un mercato da monitorare con attenzione.
(Non sono invece disponibili i prezzi per gli altri due mercati, incenso e mirra… forse dopo l’Epifania!).
Auguri a tutti!

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Calma pre-pasquale, ma l’oro va tenuto d’occhio

Petrolio ed S&P500, continua il trend positivo

Stallo su Brexit e prese di beneficio sull’azionario Usa. Oro sotto pressione?

NEWSLETTER
Iscriviti
X