Trimestrali, utile per BofA e Citi

A
A
A
di Cosimo Baccaro 17 Luglio 2009 | 14:30
Due importanti trimestrali in uscita oggi. Due delle big del comparto bancario statunitense alla resa dei conti dei dati trimestrali. Entrambe hanno chiuso i conti in utile, ma fra luci ed ombre.

Parte in rialzo Piazza Affari, sulla scia delle chiusure positive di Wall Street e Tokyo.
Le Borse d’oltreoceano sono incoraggiate dai risultati finora positivi delle trimestrali, ma anche dal dato sul Pil cinese che è cresciuto del 7,9% nell’ultimo anno.
Nel pomeriggio i listini europei sono in leggera frenata, attestandosi su performance vicine alla parità. Bene gli assicurativi a Milano, poiché il settore tutto beneficia della fusione fra Allenaza e Toro. I bancari invece sono un po’ più in difficoltà, con [s]Banco Popolare[/s] che è il peggiore dei 30 titoli in paniere.

La stagione delle trimestrali è iniziata da qualche giorno, e le big statunitensi stanno tenendo bene l’impatto coi dati di fine primo semestre.
Oggi è la volta di altre due importanti realtà del comparto bancario americano, e cioè Bank of America e Citigroup.

Per Bank of America i risultati sono positivi, ma un po’ in chiaroscuro.
Infatti il colosso americano vede aumentare i propri ricavi, mentre gli utili sono in calo.
Gli utili di BofA si attestano sui 3,2 miliardi di dollari, in calo del 5,9% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, ma meglio delle attese degli analisti.
L’utile per azione è stato di 0,33 dollari, contro i soli 28 centesimi di dollaro che gli analisti si attendevano.
I ricavi invece sono in aumento del 60%, facendo segnare quota 33,1 miliardi di dollari. I ricavi sono in gran parte dovuti all’acquisizione di [s]Merril Lynch[/s].
Il CEO di BofA, [p]Kenneth Lewis[/p], è fiducioso per il futuro nonostante sia convinto che ancora le difficoltà continueranno per tutto il 2010.
Come per JP Morgan, anche BofA subisce perdite nei settori dei mutui e delle carte di credito.

Trimestrale decisamente positiva anche per Citigroup.
L’utile netto è stato nel secondo trimestre di quest’anno pari a 4,3 miliardi di dollari. Il gruppo ha beneficiato della vendita a Morgan Stanley della divisione Smith Barney, con un guadagno di 6,7 miliardi di dollari.
L’Eps è stato di 0,49 dollari, ma al netto della vendita di Smith Barney ci sarebbe stata una perdita netta per azione di 0,27 dollari.
I ricavi sono aumentati esponenzialmente, passando dai 17,6 miliardi del secondo triemstre 2008 ai 30 miliardi di quest’anno. 
Il titolo in borsa beneficia degli ottimi dati e balza con una performance di oltre tre punti percentuali.

Societa’ Listino di Riferimento Prezzo Valuta Var%
Allianz Deutsche Börse (XETRA) 68,85 EUR 1,01%
American Express NYSE 26,94 USD -1,03%
Axa EURONEXT 13,27 EUR 0,91%
Azimut BORSA ITALIANA 6,76 EUR 0,37%
Banca Generali BORSA ITALIANA 6,13 EUR 1,66%
Bank of NY Mellon NYSE 29,46 USD 0,31%
Barclays LSE 314,80 GBp 0,48%
BlackRock NYSE 176,87 USD -1,78%
BNP EURONEXT 49,17 EUR 1,66%
BPM BORSA ITALIANA 4,04 EUR -0,43%
Citigroup Inc NYSE 3,07 USD -3,15%
Credit Agricole EURONEXT 9,99 EUR 2,08%
Credit Suisse Group SWISS MARKET EXCHANGE 50,80 CHF 0,40%
Deutsche Bank Deutsche Börse (XETRA) 47,98 EUR -0,90%
Dexia EURONEXT 5,61 EUR 0,36%
Fortis EURONEXT 2,56 EUR -0,97%
FT Inv. NYSE 71,55 USD -0,54%
Goldman Sachs NYSE 155,12 USD -0,09%
Henderson LSE 95,00 GBp -8,43%
HSBC Investments LSE 536,60 GBp 1,05%
ING EURONEXT 7,70 EUR 3,57%
IntesaSanpaolo BORSA ITALIANA 2,38 EUR 1,06%
Invesco NYSE 17,51 USD -1,85%
Janus Capital Group NYSE 11,50 USD 0,97%
Jp Morgan NYSE 35,85 USD -1,13%
Julius Baer SWISS MARKET EXCHANGE 44,12 CHF -0,32%
Legg Mason NYSE 24,10 USD -3,17%
Man Group LSE 274,00 GBp -0,18%
Mediobanca BORSA ITALIANA 8,86 EUR 0,34%
Mediolanum BORSA ITALIANA 3,77 EUR -0,26%
Morgan Stanley NYSE 28,10 USD -2,43%
Montepaschi Siena BORSA ITALIANA 1,17 EUR 1,21%
Natixis EURONEXT 1,36 EUR 2,03%
Nordea bank OMXNORDICEXCHANGE 63,10 SEK -1,10%
Raiffeisen wienerborse 28,82 EUR 5,03%
Schroders LSE 861,50 GBp 3,30%
Skandia (Old Mutual) LSE 84,35 GBp -2,26%
State Street NYSE 47,60 USD 0,15%
Ubs SWISS MARKET EXCHANGE 14,19 CHF -0,07%
Unicredit BORSA ITALIANA 1,85 EUR 0,49%

Dati di chiusura del 16 luglio 2009, fonte Bluerating.com;

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Ftse Mib, l’allerta è massima. Le blue chip sotto i riflettori

Ftse Mib, massima attenzione ai supporti. Le blue chip sotto i riflettori

Blueindex: Natixis in luce, Banco Bpm in altalena

NEWSLETTER
Iscriviti
X