Apple attacca Nokia: “copiano”

A
A
A

Per Apple non c’è dubbio: è Nokia ad aver copiato iPhone. La disputa legale è iniziata lo scorso ottobre, con l’attacco di Nokia alla rivale americana su presunte violazioni di dieci brevetti nelle tecnologie usate per la produzione di iPhone.

Avatar di Eliana Pelucchi21 gennaio 2010 | 12:15

Il colosso di Cupertino non è stato a guardare e, non solo si è difeso dalle accuse, ma ha ripagato la società finlandese con la stessa moneta: Apple, pur senza entrare nel dettaglio delle accuse, ha intentato causa contro Nokia con l’accusa di avere violato 13 brevetti. La disputa rischia di trascinarsi a lungo, facendosi sempre più intricata.

A risentirne potrebbe essere la società europea che, dall’alto della posizione di primo produttore mondiale di telefoni cellulari, vede scricchiolare il proprio impero proprio a causa della concorrenza di Apple, sempre più serrata soprattutto sul mercato degli smart phone, redditizio e in rapida espansione. Nel quarto trimestre fiscale, Cupertino ha venduto 7,4 milioni di iPhone, il 7% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, mentre nel terzo trimestre il volume di vendite di Nokia è calato dell’8% a 109 milioni di unità. Apple sostiene che la rivale ha “scelto di copiare iPhone”, imboccando una sorta di scorciatoia per non perdere terreno rispetto alla concorrente. In particolare, secondo la “casa della mela”, Nokia avrebbe rubato le tecnologie relative al “colore e al percorso dell’interfaccia grafica”, alla connessione del telefono al computer e al menu sullo schermo touch screen.

«Le altre società – ha detto il consigliere generale di Apple Bruce Sewell – devono competere con noi mettendo a punto proprie tecnologie, non semplicemente impossessandosi delle nostre». Nei procedimenti legali per presunte violazione del copyright è frequente che le società coinvolte si attacchino a vicenda con accuse analoghe, ma molto spesso la questione si risolve con un nulla di fatto: accordo di licenza incrociata sui brevetti in questione che fa felici entrambe.

Trovi tutti gli approfondimenti
sul mondo della consulenza
su Advisor.
Tutti i mesi in edicola.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Apple Card, la nuova carta di credito della mela morsicata

Gestori globali, ecco i titoli preferiti

Apple lancia una nuova carta di credito con Goldman Sachs

Apple, la Mela è caduta in testa alle borse

I big tech del mondo schivano 71 miliardi di tasse

Apple cade in borsa, vende meno iPhone del previsto

L’iPhone day fa correre Stmicroelectronics a Milano

Da Apple bonus multimilionario a Tim Cook

Wall Street, Apple perde quota dopo la trimestrale

La giornata a New York: occhio a Apple, GM, Ford e le banche

Apple segna nuovi massimi storici a Wall Street

Apple Pay, presto il debutto in Italia

Non combattete la disruption

Addio petrolio, benvenuta tecnologia: quali erano le 5 aziende di maggior valore nel 2006 e quali sono nel 2016

Wall Street perde quota, delude la trimestrale di Apple

Perché Apple non convince i cinesi (con il suo ultimo evento)?

Wall Street in stallo: brilla Monsanto, incerta Apple

Apple Pay si muove: avviati i primi contatti con le banche italiane

Apple reaches a new milestone: 1 billion iPhones sold

Apple mette di buon umore Wall Street

Apple Pay ora disponibile per Visa in Svizzera

Anche Equitalia si fa digital, lanciata l’app per pagare via mobile e tablet

Google non sarà mai una banca

Apple Pay sbarca anche in Canada

Promotori, le 5 app da mettere al polso

New York sottotono, calo di Apple pesa più del recupero del greggio

Apple piace agli investitori di New York

Apple, la iBank si fa sempre più vicina

Wall Street spera in una ripresa più solida

Bnp Paribas, idee per investire su Apple

Ti può anche interessare

Dazi, è guerra senza sosta

Il tema della guerra dei dazi tra Usa e Cina resta assiduamente sullo sfondo dell’economia int ...

Consulente finanziario: perché un potenziale cliente sceglie di affidarsi a te

Caro consulente, capire perché i potenziali clienti potrebbero scegliere te (o non farlo) è un ott ...

Le banche centrali puntano sull’oro

La domanda di metallo prezioso è cresciuta del 7% rispetto a un anno fa. Le banche centrali hanno a ...