Lo Stato si scusa con l’oligarca arrestato per droga e prostituzione

A
A
A
di Redazione 22 Gennaio 2010 | 10:30
Il miliardario russo Mikhail Prokhorov ha ricevuto le scuse delle…

di Diana Bin

…autorità francesi dopo quasi tre anni dal suo arresto in un hotel di lusso della nota località sciistica di Courchevel con l’accusa – caduta poco tempo dopo – di traffico di prostituzione e droga. A gennaio del 2007 Prokhorov – l’89esima persona più ricca al mondo, con un patrimonio di 5,8 miliardi di sterline – è rimasto in un carcere di Lione per quattro giorni dopo che gli agenti francesi si sono insospettiti per il considerevole numero di giovani donne passate dalle sue stanze e da quelle dei suoi amici. Indignato per le “accuse infamanti che danneggiano la mia reputazione”, e che hanno portato all’arresto di 26 persone, il miliardario ha avviato una costosissima causa contro lo stato francese, pretendendo scuse ufficiali che, finalmente, sono arrivate. “Questo pone fine al malinteso”, ha commentato Prokhorov. “Ho sempre detto che il caso era senza fondamenti e mi ritengo soddisfatto delle spiegazioni ricevute”. Il miliardario ha spiegato di amare le modelle e la bella gente, ma ha precisato: “siamo amici. I miei amici in Russia sapevano che era tutto falso”.

Questo ed altri li puoi trovare su Soldi,
in edicola in questi giorni

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X