Segreto bancario, scontro Ubs-Banca Esperia

A
A
A
di Matteo Chiamenti 28 Maggio 2010 | 07:30
L’accusa di Ubs: un ex dipendente ha fornito a Esperia la lista con migliaia di nostri clienti..

14.000 clienti italiani della Ubs. E’ questa la posta in gioco nella guerra senza esclusioni di colpi tra l’istituto svizzero e Banca Esperia (al 50% di Mediobanca e al 50% di Mediolanum); una guerra nata, e riportata stamane sul Corriere, in seguito al passaggio di un ex dirigente Ubs presso Esperia, il quale avrebbe trafugato la lista dei 14.000 su un supporto informatico nella primavera-estate 2009.

Per ora l’unico indagato per le ipotesi del reato di violazione della privacy e di violazione del segreto professionale è il manager Angelo Vigano, arrivato in Esperia dopo che un altro banchiere di Ubs, Andrea Cingoli, era divenuto ad di Esperia all’inizio del 2009.

Da parte di Esperia vi la ferma esclusione che vi sia stato alcun trafugamento di liste e tantomeno di clienti. In mezzo all’infuriare della guerra troviamo la Procura di Milano; starà a lei scrivere la parola fine sulla vicenda

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Etf, da Ubs AM uno strumento sostenibile e low carbon sull’azionario small cap globale

Greenwashing, le banche svizzere sotto l’accusa di Greenpeace

Top 10 Bluerating: Ubs si prende la Sterlina

NEWSLETTER
Iscriviti
X