Appuntamento con EIRE

A
A
A
Avatar di Marcella Persola 7 Giugno 2010 | 12:00
Intiglietta: “Così l’Italia può giocare il ruolo di accentratore”

Aprirà i battenti l’8 giugno la nuova edizione di EIRE, Expo Italia Real Estate, la manifestazione organizzata da Ge. Fi. che rappresenta uno degli appuntamenti più quotati in Italia nell’ambito immobiliare. Quest’anno gli operatori si incontreranno ancora una volta per capire quali sono le opportunità che presenta oggi il mercato e riflettere su come e da dove ripartire.
Il settore infatti sembra aver vissuto un periodo un po’ troppo lungo di immobilismo e sembra arrivato il momento di ripartire. “EIRE – Expo Italia Real Estate, in programma dall’8 al 10 giugno in Fieramilano, aprirà i battenti concentrandosi sulle opportunità concrete per la community del real estate: esistono infatti fondi, società di private banking e altri soggetti che hanno risorse da investire. Il loro essere fermi è dettato da un anno di immobilismo e dalla difficoltà nell’individuare le vere opportunità” racconta Antonio Intiglietta, presidente di Ge. Fi. “EIRE è il contesto giusto per ripartire: un luogo di rapporti e relazioni con uomini e imprese del real estate che può generare opportunità e incontri con soggetti qualificati per l’allargamento del proprio business, conoscere meglio il mercato, dialogare con professionalità e competenze nuove, scoprire altre esperienze nel proprio ambito di azione. La manifestazione vuole diventare un centro aggregante di conoscenza e di rapporti, che sono fattori determinanti per non fare passi falsi e trovare vie concrete per la ricrescita” continua il presidente di Ge.Fi.
Novità anche in merito ai paesi che saranno presenti quest’anno. Grande attenzione ad esempio alle opportunità che può riservare il bacino del Mediterraneo. “L’Italia può e deve giocare il ruolo di accentratore delle opportunità di sviluppo di questi Paesi, molti dei quali hanno la necessità di importanti riqualificazioni urbanistiche, infrastrutturali e anche turistico-commerciali. Per troppo tempo siamo stati ripiegati su noi stessi e invece abbiamo una grande tradizione di qualità, di gusto del bello, che potremmo esportare” sottolinea Integlietta. Per l’esperto l’Italia dovrebbe tornare ad esportare il proprio know-how e il proprio “style”. “A EIRE saranno presenti i più importanti operatori pubblici e privati che presenteranno progetti di diversi ambiti interessati a partecipare a nuove operazioni di sviluppo, provenienti non solo dall’Italia ma anche tra gli altri da Russia, Montenegro, Slovenia, Romania, Ungheria, Turchia, Repubblica Ceca, Egitto, Marocco, Malta e Brasile” spiega Intiglietta. A tal proposito il convegno inaugurale metterà a tema lo sviluppo del real estate in Italia e nel Mediterraneo, con l’intervento del sindaco Gianni Alemanno che presenterà lo sviluppo di Roma a cui seguirà anche l’intervento dell’Assessore Verga per il Comune di Milano, il presidente di Promos Bruno Ermolli e altre personalità estere che presenteranno le opportunità di sviluppo di Marocco, Egitto, Turchia, Montenegro e Malta. In particolare per quanto riguarda Roma e Milano grande aspettative sono riservate alla presentazione dei progetti. Il sindaco della capitale illustrerà infatti lo sviluppo strategico della città in vista della candidatura alle Olimpiadi del 2020. Mentre il sindaco Letizia Moratti interverrà presentando lo sviluppo della città meneghina in vista dell’Expo 2015.
Ma nei tre giorni di manifestazione saranno messi a tema tutte le principali dimensioni del mercato: opportunità di investimento, retail, turismo, social housing e logistica.
L’articolo completo lo puoi trovare su Soldi,
in edicola in questi giorni

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

NEWSLETTER
Iscriviti
X