Mps sugli scudi, torna a circolare il nome di Bnl Bnp Paribas

A
A
A

Il titolo Mps continua a correre a Piazza Affari, mentre i media internazionali insistono: una fusione con Bnl Bnp Paribas anche se difficile potrebbe essere vantaggiosa per i soci

Luca Spoldi di Luca Spoldi11 novembre 2014 | 15:37

MPS A TUTTO GAS A MILANO – Mps ancora sugli scudi a Piazza Affari, dove il titolo senese guadagna a metà giornata il 3,23% a 68,75 centesimi di euro per azione quando sono passati di mano poco meno di 91 milioni di azioni. A far ripartire gli acquisti sono le considerazioni espresse su Breakingviews.com da Neil Unmack secondo cui “Bnp Paribas dovrebbe seriamente pensare a Banca Monte dei Paschi” perché anche se dopo la multa da 8,9 miliardi di dollari comminata quest’anno al gruppo dalle autorità Usa gli azionisti potrebbero avere avuto abbastanza emozioni, “ci sarebbe una logica nel gettarsi sulla banca toscana”.

TORNA LA VOCE DI UN MATRIMONIO BNL-MPS – Rilevare l’istituto senese per poi fonderlo con Bnl consentirebbe alla banca italiana già controllata dal gruppo Bnp Paribas di fare un salto dimensionale passando dal sesto al terzo posto tra i maggiori istituti di credito tricolori, nota Unmack, tanto più ora che, a differenza che in passato, la Fondazione Mps non sembra più in grado di bloccare un accordo che potrebbe invece piacere alle autorità italiane (ed europee).

SFIDA DIFFICILE MA NON IMPOSSIBILE – Le sinergie di costi tra le due reti, scarsamente sovrapposte, potrebbero arrivare attorno al 10% (e non al 20% come visto in precedenti fusioni tra banche italiane), ma considerando anche la riduzione dei costi di rifinanziamento, le tasse e la capitalizzazione delle sinergie complessive, si potrebbe arrivare a stimare un effetto positivo attorno ai 3,4 miliardi di euro, che guarda caso corrisponderebbe all’attuale capitalizzazione di Mps. Resterebbe un’avventure non facile, considerando lo stato depresso dell’economia italiana, ma se fosse proposta un’operazione “carta contro carta”, con un modesto premio rispetto alle valutazioni di borsa attuale, gli azionisti di Mps potrebbero anche considerare più attraente entrare a far parte di un gruppo più solido che rimanere da soli.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Crisi Coronavirus, le banche sono più pronte di quanto il mercato creda

Polizze, Antitrust sanziona le principali banche italiane

Bancari, ecco gli aumenti in arrivo

Reclutare i consulenti giusti, un corso a Roma

Banche, i nuovi stress test all’ombra del Coronavirus

Contratto bancari, missione compiuta

Il futuro di Sergio Ermotti non sarà in banca

Banche, la desertificazione delle filiali

Bnl Bnp Paribas LB: 6 nuovi consulenti per la rete

Mediolanum, i consulenti verso un percorso esaltante

Mediolanum, il ruolo sociale del banker

Credem, virata fintech per lo sconto dinamico

Hsbc si prepara a tagliare 35.000 posti di lavoro

Mediolanum: il 2020 inizia col botto, in attesa dei Pir

Truffe bancarie, rimborsi anticipati

La vecchia banca perde valore

Mediolanum: i consigli al cf per spiegare i multipli ai clienti

Banche, ecco le pagelle della Bce

Fineco racconta la sua Mifid 2

Allianz Bank FA, i “top level” di Neuberger per i clienti

Doris e Nagel, sposi perfetti

Banche, il rendimento è sempre più giù

Mediolanum chiude il 2019 in bellezza: super raccolta e bonus per i fb

Reti Champions League: Mossa-Rebecchi, la finale degli invincibili

Banche, Fabi propone patto occupazione

Fineco, 3 scelte di cui essere fieri

Stangata sul Monte Paschi

Banche, una leva da far paura

Banche, gli utili d’oro non fermano i tagli

Banca Generali, nuova offerta Etica per i consulenti

Banche, incubo margini

Mediolanum, gran reclutamento a ottobre

Unicredit, 1 miliardo per la sostenibilità

Ti può anche interessare

Guerra dazi, la Cina gioca sui cambi

Dopo la svalutazione dello yuan da parte del governo cinese, Donald Trump non ha atteso l’app ...

Widiba, un giorno da gatto

In corrispondenza della giornata internazionale del gatto, Widiba ha voluto simpaticamente celebrare ...

Bankitalia, stress e spread frenano la crescita

Un paese ancora con il freno a mano. E’ l’immagine che emerge dal Rapporto sulla stabili ...