Mps tocca nuovi minimi in borsa

A
A
A
di Luca Spoldi 19 Gennaio 2016 | 13:14
Mps segna nuovi minimi storici a ripetizione a Piazza Affari, mentre la Bce verifica la consistenza dei crediti deteriorati che a fine settembre erano pari a 24,4 miliardi netti

MPS SEMPRE PIU’ IN CRISI – Mps crolla passando di sospensione al ripasso in sospensione al ribasso a Piazza Affari, con volumi di poco inferiori, per ora, ai 31 milioni di pezzi e un ultimo scambio avvenuto a 68,35 centesimi di euro per azione, pari ad una caduta del 10,71% rispetto al prezzo di ieri. Nell’ultimo anno il titolo ha lasciato sul terreno quasi i due terzi del suo valore e la capitalizzazione è al momento caduta a poco più di 2,22 miliardi di euro.

A FINE SETTEMBRE 24,4 MILIARDI DI CREDITI DETERIORATI NETTI – Secondo quanto dichiarato in occasione dell’approvazione della trimestrale al 30 settembre 2015, l’esposizione  netta  in  termini di crediti deteriorati  risultava a tale data pari a 24,4 miliardi di euro, in crescita  del  5,4%  rispetto a fine 2014. Nel solo terzo trimestre erano aumentate del  4,7%  le  sofferenze,  dello  0,8%  le  inadempienze probabili e del 6,1% le esposizioni scadute e sconfinanti deteriorate. Mps aveva poi ceduto un portafoglio di crediti in sofferenza del valore di circa un miliardo di euro nel mese di dicembre.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Asset allocation, Eurozona: Btp un toccasana

Mercati: Bce forse pronta a rottamare il Pepp

Banche, ai soci 6mld di cedole

NEWSLETTER
Iscriviti
X