Gestito, Anima cerca un partner

A
A
A

Anima punta ad aumentare di dimensioni e, per farlo, getta un occhio all’estero. Ma ripensa anche a un’aggregazione con Arca.

Avatar di Redazione26 marzo 2019 | 10:23

Anima punta ad aumentare di dimensioni e, per farlo, getta un occhio anche all’estero per trovare un partner: “Cerchiamo realtà di dimensioni simili alla nostra”, ha spiegato l’amministratore delegato di Anima, Marco Carreri, in un’intervista rilasciata a Il Sole 24 Ore,  “che siano complementari come capacità e che ci permettano di allargare la gamma di prodotti e le competenze in modo da competere sul mercato istituzionale mirando ad aggiudicarsi mandati importanti”.

L’amministratore delegato, che guida Anima dal 2009, è convinto che “la dimensione diventa sempre più un fattore critico per poter competere nel nostro Paese su scala globale”. In particolare, Carreri è ritornato sulla possibile aggregazione con Arca, altro gruppo del risparmio gestito che era stato vicino alla fusione con Anima tre anni fa: “Arca resta un bel progetto, lo diciamo da sempre perché si combina in modo naturale e perfetto con la nostra realtà”. E poi ha aggiunto: “Ribadiamo quindi quindi ancora una volta l’interesse a sederci a un tavolo per discutere di un’aggregazione”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Anima, la raccolta esce fuori dal tunnel

Anima lancia il fondo per i “novellini” del risparmio gestito

Anima, prosegue il periodo no della raccolta

La nuova Anima di Arca

Anima: utile e ricavi giù, masse su

Consulenti finanziari, un tour con Anima

Gestori in vetrina – Anima

Caccia grossa nel risparmio gestito

Banche-reti, meglio le italiane delle straniere

Anima, la raccolta frena a febbraio

Fondi d’investimento, alleanza tra Anima e Legg Mason

Anima, un bilancio coi fiocchi

Consulenti: Anima vi racconta le Eccellenze d’Italia

Anima, il recupero dei mercati traina la raccolta

Caro consulente, per 3 italiani su 4 non sei “molto importante”

Raccolta, Anima chiude l’anno in bellezza

Anima, novembre positivo per la raccolta

Il risiko dei fondi dopo Mifid 2

Anima mette su massa

Anima, giù la raccolta a ottobre

Anima e cuore nella raccolta a settembre

Il “buy” del consulente – 26/09/18, da Anima Holding a StM

Anima, il Banco Bpm spinge la raccolta in agosto

Anima, raccolta ok e masse gestite al top

Anima, un semestre a due facce

Anima, giugno con il segno meno

Anima, maggio nero per la raccolta

Anima, i top manager comprano azioni

Anima pensa a fare shopping

Anima, crescita a doppia cifra per utili e masse

Anima, aprile con il segno più

Anima, aumento di capitale ai nastri di partenza

Anima, cedola a 0,19 euro

Ti può anche interessare

Allarme Ocse: l’Italia non cresce e il debito aumenta

L'organizzazione parigina ha ritoccato a 0 la crescita per l'Italia nel 2019, dal -0,2% previsto a m ...

La Financière de l’Echiquier lancia la sicav Echiquier

La società ha deciso di trasformare alcuni dei suoi fondi comuni di investimento (FCI) in comparti ...

Manovra, la Bce bacchetta l’Italia sul deficit

Nel mirino i saldi di bilancio dei Paesi più indebitati dell'Eurozona. Confermato lo stop al Qe nel ...