Indice Exane M&A, un rialzo del 30,4% nel 2015. Le prospettive per quest’anno?

A
A
A
di Finanza Operativa 26 Gennaio 2016 | 16:30

Sebbene nel 2015 il mercato delle M&A sia stato particolarmente dinamico a livello globale, analizzando il numero di operazioni effettivamente realizzate (piuttosto che i rumours circolati) emerge che la situazione è stata relativamente calma in Europa.

Nonostante ciò, l’indice Exane M&A ha registrato una performance elevata (pari a 30,4%) beneficiando di un contesto europeo favorevole al consolidamento settoriale e all’espansione dei premi speculativi.

Sull’anno trascorso, la performance del nostro indice è stata, in particolare, supportata:

  • dalla realizzazione di tre OPA (Italcementi, Aveva e SABMiller);
  • e soprattutto dai buoni fondamentali delle società selezionate.

Indice Exane M&A, quali le prospettive nel 2016?
La Ricerca di Exane Derivatives ritiene che le operazioni di M&A continueranno ad essere un driver di performance per le azioni europee nel 2016. Anche se i volumi delle operazioni sono attualmente in ritardo rispetto a quanto registrato negli USA, il 2016 dovrebbe permettere, secondo i nostri analisti, di registrare delle belle sorprese alla luce dei numerosi fattori che incoraggiano le operazioni di fusione-acquisizione:

  • miglioramento del contesto macro-economico in Europa (in particolare grazie al supporto della BCE);
  • sentiment di mercato in ripresa;
  • allettanti condizioni di finanziamento grazie al livello attuale dei tassi di interesse;
  • solidità dei bilanci delle società europee e basso livello di indebitamento societario;
  • appeal delle società europee che, a seguito del deprezzamento dell’euro, sono particolarmente appetibili, in particolare per gli acquirenti esteri (americani o cinesi).

In un anno che si annuncia volatile, secondo la Ricerca di Exane Derivatives esporsi alla tematica M&A puo’ rivelarsi la scelta vincente a condizione di selezionare esclusivamente titoli con fondamentali solidi su cui un eventuale bid rappresenta solo una fonte di alpha addizionale. Un asse di investimento che, come indica la performance registrata nel 2015, coincide, dunque, con l’obiettivo del processo dell’indice Exane M&A.

Clicca sul grafico per ingrandirlo

Exane M&A index

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Certificati, da Exane due nuovi Crescendo Rendimento Memory

Certificati, da Exane un nuovo Crescendo Rendimento Memory

Exane Derivatives lancia il primo indice Esg cattolico nel fixed income

NEWSLETTER
Iscriviti
X