Ftse Mib in stand by. Le blue chip da monitorare

A
A
A
di Finanza Operativa 13 Gennaio 2017 | 15:30

Intervista di Davide Pantaleo (TrendOnline) a Gianluigi Raimondi, analista tecnico e co-fondatore di Finanzaoperativa.com del 12 gennaio 2017

Nell’ultima intervista aveva presentato una view favorevole a nuovi rialzi a Piazza Affari. A distanza di una settimana è cambiata la sua posizione? Quali le sue attese nel breve?

Da tre sedute a questa parte il Ftse Mib si sta muovendo sostanzialmente in laterale e la mia view rispetto alla settimana scorsa è cambiata, visto che mi aspetto un ulteriore sviluppo laterale in ottica di breve termine.
Prevedo che il Ftse Mib balli ancora intorno ai 19.400/19.500, tenendo come riferimento al rialzo la soglia dei 20.000 punti e al ribasso l’area dei 19.000. Non mi aspetto che i corsi scivolino al di sotto di questo supporto statico, scommettendo così in un movimento in trading range in questo intervallo di 1.000 punti.
Se si sviluppa questa fase laterale potrebbe rivelarsi anche salutare dopo la corsa al rialzo di dicembre ed essere propedeutica ad ulteriori allunghi nel corso delle prossime settimane.

Ubi Banca sta vivendo giornate in rally, ma tra i bancari sale in controtendenza anche Bper Banca. Quali strategie ci può suggerire per questi due titoli?

Ubi Banca dopo aver confermato a inizio dicembre la tenuta del supporto statico di medio termine in area 2 euro, ha iniziato un movimento ascendente all’interno di un canale rialzista. Proprio oggi le quotazioni si sono spinte oltre la resistenza statica a 3 euro e visto il deciso incremento degli scambi il titolo potrebbe allungare ancora il passo, considerando che gli indicatori sono prossimi ma non ancora in zona di ipercomprato.
Al rialzo i prossimi obiettivi li possiamo individuare a 3,54 euro prima e in seguito a 3,72 euro, per poi spostare lo sguardo all’area dei 3,9 euro, con stop loss da posizionare sotto il minimo di oggi a 2,86 euro.

Bper Banca, anche se sta tenendo per il momento il supporto statico di breve termine a 5 euro, ha generato nelle ultime sedute un segnale ribassista. Il titolo ha incrociato in area 5,1 euro la media mobile a 21 sedute e ha violato il supporto dinamico ascendente sempre passante per quota 5,1 euro.
Questo potrebbe implicare una prossima correzione a 4,77 euro prima e in seguito a 4,41 euro. Solo l’eventuale conferma della tenuta di quota 5 euro potrebbe spingere Bper Banca nuovamente verso i 5,5 euro e i 5,63 euro.

Saipem ha ripiegato dagli ultimi massimi, mantenendosi per ora al di sopra di quota 0,5 euro. Valuterebbe un acquisto del titolo sui livelli attuali?

Saipem sta difendendo il supporto statico di breve a quota 0,5 euro, ma nelle ultime tre sedute si colloca sotto la media mobile a 21 giorni passante a 0,52 euro. Questo potrebbe preludere ad un’ulteriore correzione del titolo verso 0,48 euro prima e in seguito in direzione di 0,448 euro.
La tenuta di 0,5 euro potrebbe invece riportare i corsi a 0,56 euro in primis, per poi spingerli verso il top da inizio anno a 0,58 euro.

Ci sono altri titoli che vuole segnalarci a Piazza Affari?

Mi piace l’impostazione tecnica di Fincantieri che sto seguendo dopo che la società si è accordata per l’acquisto di Stx France prima delle elezioni francesi.
Questo dovrebbe portare alla creazione di uno dei più grossi poli della cantieristica navale in Europa. Dal punto di vista tecnico il titolo ha oltrepassato a 0,45 euro un’importantissima resistenza statica di medio-lungo termine e in seguito ha allungato ulteriormente il passo, superando un’altra resistenza statica a 0,5 euro. Al momento Fincantieri fatica a superare area 0,55 euro e potremmo assistere nelle prossime 2-3 sedute ad un’ulteriore fase laterale di consolidamento. In seguito il titolo potrebbe allungare nuovamente il passo verso quota 0,628 euro in prima battuta e in seguito in direzione di 0,67 euro, dove ad ottobre scorso è stato lasciato aperto un gap-down. A chi volesse acquistare suggerisco di fissare uno stop loss rigido sotto 0,51 euro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

BPER Banca , cambio di generazione ed esuberi

Banche: diminuiscono le società, aumentano gli utili

Consulenza, un nuovo centro private per Bper

NEWSLETTER
Iscriviti
X