Rame, crescono offerta e scorte. I target tecnici e gli Etc short a Milano

A
A
A
di Finanza Operativa 17 Febbraio 2017 | 18:30

Il rame torna al di sotto della soglia tecnica e psicologica dei 6.000 dollari per tonnellata. “Colpa” di due notizie: la big mineraria brasiliana Vale ha registrato una produzione record del metallo nel 2016 a 445.500 tonnellate (+7,6% su base annua) e le scorte depositate nei magazzini cinesi hanno segnato un aumento settimanale del 6,5% per un totale di 295.730 tonnellate.

Dal punto di vista tecnico il rame si sta dirigendo verso quota 5.800. “E a favorire le flessioni – affermano gli analisti di Wings Partners Sim – contribuiscono chiare divergenze negative tra gli indicatori di momentum e il grafico dei prezzi. Sarà, tuttavia, la violazione al ribasso della media mobile a 50 giorni (al momento passante per 5.920 dollari) a riproporre flessioni di maggiore entità favorendo la fine della fase ascendente e un ritorno a quota 5.400″.

Per sfruttare il potenziale ulteriore ribasso del rame, a Piazza Affari sono disponibili due Etc: l’Etfs 1x Daily Short Copper e l’Etfs 3x Daily Long Copper, quest’ultimo a leva tripla.

Clicca sul grafico per ingrandirlo
rame grafico tecnico

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: la Cina taglia i tassi

Mercati: la crescita cinese si stabilizzerà nel 2022

Asset allocation, Cina: l’outlook di Schroders per il 2022

NEWSLETTER
Iscriviti
X