Mustier: dal 2020 tassi negativi sui grandi depositi

A
A
A
di Luca Spoldi 9 Ottobre 2019 | 16:07

Unicredit vuole applicare tassi negativi ai depositi

Se avete depositi per oltre 100 mila euro presso Unicredit, dal prossimo anno la remunerazione potrebbe essere negativa. Lo ha anticipato l’amministratore delegato del gruppo, Jean-Pierre Mustier, spiegando in un’intervista alla televisione francese Bfm Business che Unicredit sta lavorando all’implementazione di misure per trasferire i tassi negativi della Bce sui clienti con depositi superiori ai 100.000 euro.

Misure Bce penalizzano banche ma necessarie

Mustier aveva già proposto il tema, a livello di settore europeo, parlando in qualità di presidente della Federazione bancaria europea. Secondo il banchiere i tassi negativi della Banca centrale europea “hanno un impatto significativo sui ricavi delle banche europee, ma la Bce afferma, giustamente, che senza le loro politiche le riserve delle banche sarebbero state più elevate poiché l’economia avrebbe rallentato”.

Tassi negativi per depositi sopra i 100 mila euro

Ora le banche dovrebbero trasferire il costo di tali misure sulla clientela, peraltro “proteggendo i clienti più vulnerabili che sono coperti dal Fondo di garanzia dei depositi e poi caso per caso, si possono trasferire i tassi negativi sulle grandi imprese o su certi grandi clienti”, ossia quelli sopra i 100.000 euro. Una tipologia di clientela alla quale secondo Mustier la banca potrebbe offrire alternative.

Altenativa: fondi di tesoreria a rendimento quasi zero

Una potrebbe essere investire in fondi di tesoreria che abbiano obiettivi di rendimento prossimi allo zero, sempre meglio che avere dei tassi negativi sui depositi. A fronte di questo scenario Unicredit, ha spiegato Mustier, “lavora per mettere a punto” simili misure nei diversi paesi dove è presente, in modo che “siano a regime l’anno prossimo”. “Al 2020 – ha concluso il banchiere – possiamo aspettarci una serie di azioni che potrebbero essere realizzate”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X