Vuoi il bonus mobili? Devi documentare queste spese

A
A
A
di Redazione 16 Settembre 2016 | 09:14

L’Agenzia delle Entrate ha chiarito qual è la documentazione della spesa necessaria per ottenere il bonus mobili. Secondo quanto riporta la rubrica “La Posta” di Fisco Oggi, al seguente quesito:

Lo scorso anno ho effettuato dei lavori di ristrutturazione nel mio appartamento. Contestualmente ho comprato degli elettrodomestici, pagando con bancomat. È sufficiente lo scontrino fiscale ai fini della detrazione?

L’Agenzia delle Entrate ha così risposto:

Si ha diritto al “bonus mobili” anche in caso di pagamento effettuato tramite moneta elettronica (carta di credito o bancomat). In tale ipotesi, se il rivenditore non emette fattura, è necessario che nello scontrino siano indicati il codice fiscale dell’acquirente e la natura, qualità e quantità dei beni acquistati. In caso di mancata indicazione del codice fiscale dell’acquirente, lo scontrino può comunque consentire la fruizione del beneficio, se riporta natura, quantità e qualità dei beni acquistati ed è riconducibile al contribuente titolare della carta in base alla corrispondenza con i dati del pagamento (esercente, importo, data e ora). Per i pagamenti effettuati con carte di debito o di credito, va conservata anche la ricevuta di avvenuta transazione.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Piano casa 2018: tutte le detrazioni fiscali a cui avete diritto

Bonus ristrutturazioni edilizie, ecco la guida semplificata delle Entrate

Giovani e mutui: il bonus non decolla

NEWSLETTER
Iscriviti
X