Crowdfunding e startup verdi, un binomio vincente anche in Italia

A
A
A
di Luca Spoldi 30 Gennaio 2018 | 11:52

Crowdfunding, prosegue il momento sì

Continua il momento sì del crowdfunding italiano, di cui vi abbiamo riferito di recente. L’ultimo esempio di una campagna chiusa con successo è quello della startup innovativa Verde21 Srl, che ha centrato l’obiettivo di raccolta per immettere sul mercato le macchine Dynamo, impianti di design che consentono di produrre e conservare energia elettrica e termica da fonti rinnovabili, rendendo gli edifici “green” senza sacrificare l’estetica e senza compromettere l’impatto ambientale.

Verde21 raccoglie oltre 225 mila euro

L’operazione di equity crowdfunding sul portale StarsUp ha permesso di raccogliere in 40 giorni un capitale di 225.600 euro, ben superiore all’obiettivo minimo che era stato fissato in 140.000 euro. Banca Etica è intervenuta come investitore istituzionale, assieme ad altri investitori rappresentati da 45 persone fisiche e 7 persone giuridiche, con un investimento medio di circa 4.250 euro (22 investitori hanno sottoscritto un importo pari a 1000 euro, 23 hanno investito tra i 1000 e i 5000 euro, i restanti 8 hanno investito più di 5mila euro).

Della Pina: un patrimonio di relazioni

Per Amerigo Della Pina, presidente di Verde21, il risultato va ben oltre l’aspetto finanziario perché avvalora la vision dei fondatori. “Grazie ai capitali raccolti – ha dichiarato il founder – potremo avviare la produzione e l’installazione del primo lotto di macchine, ma i nostri valori sono stati condivisi da una quantità di soggetti di gran lunga superiore al numero di investitori. La qualità dei contatti e delle relazioni nate nelle ultime settimane costituiscono un patrimonio che potrà dare un forte sostegno al nostro progetto e ci fa ben sperare per l’accoglienza che i nostri prodotti riceveranno sul mercato”.

StarsUp e Banca Etica soddisfatte

StarsUp è il primo portale di equity crowdfunding autorizzato in Italia, vigilato e regolamentato dalla Consob, mentre da parte sua Banca Etica è stata il primo istituto bancario a credere in un’operazione di equity crowdfunding, investendo nella startup toscana Verde21 e nel brevetto Dynamo. Un progetto, sottolinea una nota, in linea con l’attenzione che Banca Etica riserva alla tematica energetica, alla tutela dell’ambiente e alla riduzione di Co2 nell’atmosfera.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Cercasi 30 consulenti di finanza etica

Etica Sgr estende la Classe RD ad altri tre fondi del Sistema Valori Responsabili

Banca Etica colloca il suo primo “Microcredito Africa – Impact Bond”

NEWSLETTER
Iscriviti
X