Private equity, adesso la leva fa paura

A
A
A
di Luigi Dell'Olio 28 Marzo 2018 | 08:54

L’acquisizione della divisione finanza di Thomson Reuters da parte di Blackstone al prezzo di 17 miliardi di dollari.  Il passaggio della divisione chimica di Akzo Nobel a Carlyle Group per 10 miliardi. Sono due dei megadeal registrati nelle ultime settimane nel settore del private equity, quanto mai dinamico dopo aver chiuso il 2017 al record storico di mille miliardi di dollari.

Tanto entusiasmo sul mercato rischia tuttavia di portare a un eccesso di fiducia, come sembra dimostrare il ricorso crescente alla leva. “Con la Fed destinata ad alzare ancora i tassi, finanziarsi presto diventerà costoso”, spiega al Financial Times Alex Beck, co-responsabile degli sponsor finanziari presso JPMorgan Chase. L’esperto non si attende un brusco rallentamento a breve delle transazioni di private equity, ma comunque mette in guardia dal rischio di assumere rischi eccessivi, anche perché le operazioni degli ultimi mesi sono andate in porto con multipli elevati. Quanto basta per predicare prudenza.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X