Credem e Banca del Piemonte, wealth management a braccetto

A
A
A
Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti 3 Luglio 2019 | 09:55

Banca del Piemonte, guidata dall’AD Camillo Venesio, sigla un accordo di rilievo con Euromobiliare Advisory SIM, società di intermediazione mobiliare del Gruppo Credem operativa dallo scorso mese di maggio e guidata dal Direttore Generale Gianmarco Zanetti, per la gestione in delega di alcune linee di gestione dei patrimoni. L’accordo avrà effetto dal mese di luglio e le gestioni delegate ad Euromobiliare Advisory SIM saranno tre, una linea total return a basso profilo di rischio e due bilanciate.

La linea total return adotterà una politica di gestione dinamica con approccio internazionale ed una strategia di allocazione attiva, mentre le due bilanciate, entrambe con stile di gestione attivo, cercheranno di cogliere le migliori opportunità di mercato, ma sempre in relazione al benchmark di riferimento e contenendo scostamenti inattesi.

L’Amministratore Delegato di Banca del Piemonte Camillo Venesio ribadisce che “la scelta di conferire questo mandato a Euromobiliare Advisory SIM, quale gestore delegato per alcune nostre linee di gestione patrimoniale, è stata oggetto di un lungo processo di due diligence che ha visto coinvolti altri importanti asset manager nazionali ed internazionali. Banca Del Piemonte, da 107 anni banca regionale indipendente, ha da sempre come obiettivi principali la qualità dei propri servizi e la vicinanza ai bisogni della propria clientela; pensiamo che Euromobiliare Advisory SIM ed il Gruppo Credem siano partner che si integrano al meglio con questa strategia, con la ricerca di servizi innovativi e caratterizzanti per la nostra offerta in uno scenario di crescente complessità per il settore del wealth management sia sotto il profilo normativo, sia di gestione delle dinamiche dei mercati finanziari. Con questo accordo andiamo a rafforzare ulteriormente anche il nostro modello sul segmento private”.

“Questa partnership con Banca del Piemonte è un importante passo avanti nell’ambito dello sviluppo della nostra strategia di crescita in ambito extracaptive, che vede coinvolte tutte le nostre società di wealth & asset management ed in particolare Euromobiliare Advisory SIM. Avere stretto una collaborazione per la fornitura dei nostri servizi di portfolio management con un’importante banca regionale privata è per noi, da un lato, motivo di soddisfazione e, dall’altro, un’opportunità per mettere ulteriormente alla prova la solidità e la qualità dei nostri processi di investimento e le nostre competenze professionali. Abbiamo lavorato e stiamo lavorando molto intensamente su questi fattori per rendere l’offerta dei servizi di Euromobiliare Advisory SIM un’eccellenza di mercato e la firma di questo accordo crediamo ne sia una conferma”, ha dichiarato il Coordinatore dell’Area Wealth Management del Gruppo Credem Paolo Magnani.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Credem, una nuova colazione digitale

Credem, al via il negozio online per i clienti

Credem, business e tecnologia in un webinar

Credem, alleanza con l’Università Cattolica per la buona informazione

Credem, un cornetto insieme alle start up

Risparmio gestito, trimestre impossibile a causa del Covid-19: Poste, Pictet e Ubs paladini della resistenza

Credem, infornata di giovani talenti

Credem, il nuovo corso del wealth management

Credem, Euromobiliare Advisory Sim fa incetta di premi

Credem, con Caricento l’appetito vien mangiando

Credem, l’utile supera i 40 milioni nel primo trimestre

Credemholding, utile in crescita e nomina del nuovo collegio sindacale

Credem, colpo di fulmine per Cassa di Risparmio di Cento

Reti e banche “graziate” dal rating, ma l’outlook fa paura

Banca Euromobiliare, un big del Credem alla presidenza

Credem, sforzi raddoppiati contro il coronavirus

Credem, sette miliardi pronti per famiglie e imprese

Credem, 4 video corsi per aiutare i consulenti durante l’emergenza

Credem valuta la sospensione del dividendo

Credem, più coperture per gli assicurati

Credem, parte l’accademia dei manager coraggiosi

Coronavirus, Credem punta sulla qualità degli attivi

Credem, la consulenza diventa a distanza

Credem, un nuovo asso da Ubi

Credem si illumina di meno

Credem, un aiuto ai consulenti nell’era del Coronavirus

Credem, reclutamento doc da Banca Intermobiliare

Coronavirus, Credem sostegno alle famiglie colpite dall’emergenza

Credem, la forza delle sinergie tra le reti

Consulenza, Credem si rafforza sulla Riviera di Levante

Credem, virata fintech per lo sconto dinamico

Credem, la spinta sarda per crescere ancora

Credem, ingaggio di peso da Mediolanum

Ti può anche interessare

UBS: Ermotti lascia, arriva Hamers

E’ una stagione di grandi cambiamenti per le grandi banche svizzere.  Dopo le dimissioni  di ...

A PRIVATE Talk si parla di consulenza avanzata per la clientela facoltosa

Come ogni martedì alle 21.30 su BFC TV (canale 511 di Sky) torna PRIVATE Talk, trasmissione dedicat ...

Private banking italiano, un modello di successo

Una certezza. Una conferma. Così si dimostra il private banking italiano, un modello di successo, a ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X