I paperoni preferiscono il cash

A
A
A
Private di Private 23 Ottobre 2019 | 08:36

Mentre il governo si prepara a una stretta sull’uso del contante in ottica anti evasione, i detentori di grandi patrimoni confermano la loro predilezione per il cash. E’ quanto emerge dal rapporto «Gli italiani e la ricchezza. Affidarsi al futuro, ripartire dalle infrastrutture”, realizzato dal Censis per Aipb.

Nella composizione del portafoglio delle attività finanziarie degli italiani prevale la voce “contante e depositi bancari”, con 1.390 miliardi di euro, pari al 33% del totale e una crescita del 13,7% rispetto a dieci anni fa. In forte crescita anche le riserve assicurative, pari al 23,7% del portafoglio, con un aumento del 44,6% in dieci anni. Crollano invece titoli obbligazionari (pesano per il 6,9% del portafoglio, erano pari al 21% dieci anni fa) e azioni (-12,4% dal 2008).

In Italia sono 500mila le famiglie che detengono patrimoni finanziari superiori a mezzo milione di euro (circa il 2,5% dei nuclei residenti nella Penisola). E ammonta a circa 850 miliardi di euro il portafoglio di risparmi per investimenti affidati al private banking.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Promotori, Camera: primo sì verso l’uso dei contanti fino a 3mila euro

Qual è il vero costo dei contanti?

Ti può anche interessare

Semestrale in chiaroscuro per Lgt

Lgt ha chiuso il primo semestre con utili per 155,6 milioni di franchi, in calo dell’11% rispe ...

Bancari, diritto alla disconnessione

Più opportunità per comunicare e lavorare in maniera flessibile, ma anche il rischio di restare in ...

Il vino entra negli investimenti del private banking

di Giacomo Nicolella Maschietti Si va dalle poche centinaia alle decine di migliaia di euro. Il merc ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X