Il futuro di Sergio Ermotti non sarà in banca

A
A
A
Massimiliano Carrà di Massimiliano Carrà 4 Marzo 2020 | 10:35

Sergio Ermotti, 60 anni a maggio, dal 1° novembre 2020 sarà il nuovo presidente di Swiss Re. A renderlo noto è la stessa compagnia assicurativa svizzera che ieri ha confermato l’indiscrezione che era stata rilanciata dall’agenzia di stampa Reuters.

La decisione di Sergio Ermotti di accettare l’offerta presentatagli da Swiss Re arriva in seguito alla scelta da parte di Ubs di spodestarlo dal ruolo di ceo per consegnare, proprio a partire dal 1° novembre, il timone della banca all’ex ad di Ing Ralph Hamers.

La carriera di Sergio Ermotti in Ubs

Sergio Ermotti, ormai prossimo presidente di Swiss Re, è stato alla guida di Ubs dal 2011, quindi quasi 10 anni, e ha permesso alla banca di risollevarsi dopo la crisi finanziaria con un focus ben preciso sul wealth management.

Lo scorso anno, nel 2019, Ubs però non ha raggiunto i suoi obiettivi di utili e di costi per due motivi ben precisi: tassi ultra bassi in Europa e l’aumento della concorrenza. Quest’ultimo in particolare ha costretto Ermotti ha rivedere al ribasso diversi target di Ubs.

Soffermandosi, invece, sui conti di Swiss Re, la compagnia assicurativa svizzera nel 2019 ha registrato un utile minore delle attese per diversi motivi, in particolare legati all’aumento delle spese di alcuni suoi business in Usa. 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Zurich, cresce il commercial business

Polizze, scoppia la pet mania

Consulenza e polizze, attenzione ai costi

NEWSLETTER
Iscriviti
X