Come investire sul Forex

A
A
A
di Roberto Falzoni 20 Agosto 2021 | 06:05

 

Operare sul Forex significa aprirsi una finestra di opportunità per generare rendimento in modo diversificato, data la decorrelazione del mercato valutario rispetto a quello azionario.

 

Il ruolo delle banche centrali

Negli ultimi anni i mercati equity e bond hanno offerto le migliori opportunità d’investimento generando spesso performance a due cifre, ma il possibile

riposizionamento delle banche centrali e il rialzo dei tassi d’interesse potrebbero rimettere tutto in discussione e rendere molto più difficili e aleatorie le performance su queste due classi di attivi.

Il mercato delle valute, che rimane il più liquido e trasparente e che tratta 24 ore su 24, è reduce da una fase di semi-letargo, generata dalle banche centrali che ne hanno ridotto le fluttuazioni con interventi più o meno dichiarati.

 

Scenario in evoluzione

Riteniamo che questa fase stia per terminare. Infatti i riaggiustamenti che stanno avvenendo nelle economie post-Covid saranno molto meno sincronizzati e dovrenno tener conto delle situazioni locali più che globali e il mercato dei cambi sarà il primo a riflettere questi squilibri o nuovi equilibri attraverso il repricing delle valute dei singoli paesi o di intere aeree geografiche.

E per questo che sarà interessante agire a livello mondiale sulle diverse valute quindi utilizzando anche le monete dei paesi cosiddetti emergenti come real brasiliano, peso messicano, rand sudafricano e rublo russo, oltre alle valute del G10.

Qualora la Fed decidesse di mantenere i tassi d’interesse ai livelli attuali, potremmo assistere ad un ulteriore indebolimento del dollaro americano e questo favorirebbe le strategie di carry trade che investono sulle monete dei paesi ad alto rendimento e si finanziano in dollari a costo zero.

I gestori attivi su questi tipi di investimenti legati al Forex non sono molti e si distinguono per zone geografiche (per esempio Asia) e per strategie d’investimento (discrezionali o sistematiche).

 

Modelli di gestione

I gestori sistematici sono spesso basati su modelli trend following`che funzionano soprattutto se si sviluppano veri e propri movimenti in una direzione di medio e lungo periodo.

Un’altra possibilità di investimento consiste nel rivolgersi a gestori specializzati nel reddito fisso, ma che abbinano il rischio valutario a quello obbligazionario cercando di ottenere rendimenti più importanti che se coprissero assolutamente il rischio valutario.

Per il momento restiamo sulle prime categorie di gestori di Forex puri e troviamo sulla piattaform DB Select di Deutsche Bank – che era nata proprio per questo tipo di gestione – una lista di manager specializzati.

Consigliamo sempre di investire in due o tre manager al tempo stesso in modo da diversificare il rischio e ridurre la volatilità dei rendimenti.

In questo tipo d’investimenti i manager utilizzano spesso una leva importante nelle loro posizioni.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti, meglio andare corti sul dollaro

Investimenti, gradi di difficoltà: medio il 2021, medio-alto il 2022, alto il 2023

Asset allocation: un nuovo alleato per un futuro in crescita del dollaro

NEWSLETTER
Iscriviti
X