Epic Sim: cresce il mercato dei minibond

A
A
A

Grazie ad un’accelerazione nel terzo trimestre il mercato dei minibond è quasi raddoppiato rispetto a fine giugno, ma resta fortemente concentrato nel Nord Est e Centro Italia

Luca Spoldi di Luca Spoldi31 ottobre 2014 | 10:36

CRESCE IL MERCATO DEI MINIBOND – Secondo i dati che emergono dalla seconda edizione di Epic MinibondTrends, l’osservatorio trimestrale curato da Epic Sim che offre un quadro d’insieme sull’evoluzione del mercato delle emissioni obbligazionarie delle società non quotate, il mercato dei minibond sta crescendo. Rispetto a tre mesi prima il mercato dei minibond appare infatti quasi raddoppiato di valore, passando da 331 a 650 milioni di euro, grazie ad un terzo trimestre 2014 che ha registrato un’esplosione sia del numero delle emissioni (25) sia del loro valore (362 milioni di euro).

PER ORA RIGUARDA QUASI SOLO IL NORD-EST – Dai dati si nota una forte concentrazione territoriale, in particolare sull’asse Milano – Venezia (i minibond emessi da Pmi con sede nella zona di Milano e in Veneto valgono in tutto 307 milioni, ossia il 47% dell’ammontare complessivo del mercato dei minibond) Se poi si aggiungono le emissioni di aziende presenti in Emilia Romagna e Toscana la concentrazione è ancora più elevata (il 67% del totale). Quanto ai rendimenti si nota una stabilizzazione, con una forchetta di rendimento delle emissioni dall’11 luglio a oggi tra il 4% e il 7%.

CHI HA LEVE BASSE PAGA DI MENO – Si confermano, infine, due tendenze già messe in evidenza nel primo Osservatorio: l’esistenza di un rapporto diretto tra rendimento offerto e leva finanziaria dell’emittente (chi presenta leva inferiore a 4 pagare cedole con spread inferiori ai 500 punti base, chi ha una leva maggiore arriva a pagare cedole con spread anche superiori ai 700 punti base) e l’esistenza di un collegamento tra i tassi dei minibond emessi e l’appartenenza dell’emittente a un dato settore (le utilities pagano meno di tutte le altre Pmi).

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Bankitalia: segnali di ripresa per il settore del credito

Crediti problematici: Rev punta a collocare due portafogli di Npl tra agosto e ottobre

Gacs, si va verso il rinnovo ma il costo potrebbe cambiare

Npl sotto i riflettori: Visco bacchetta, Mediocredito Fvg si muove

Ubi Banca, sono in arrivo novità importanti per i crediti deteriorati

Atlante II compra 2,2 miliardi di Npl lordi da tre good bank per 515 milioni

Mps: un modello di business da rivedere nel credito alle imprese

Banco Popular Espanol vuole accelerare pulizia di bilancio

Nuovi vincoli in arrivo per le banche europee

La strategia di Bper per i crediti problematici e deteriorati piace al mercato

Good bank, slitta il termine di presentazione delle offerte

Renzi: vicina intesa con Ue, il numero delle banche deve calare

Eurogruppo ed Ecofin a consulto sulla crisi bancaria europea

Banca Ifis continua a comprare portafogli Npl

Sterlina cala di minimo in minimo, nonostante la Bank of England

Banca Sistema sottotono dopo acquisizione Beta Stepstone

Banche italiane, il governo studia un piano di aiuti post Brexit

Mps si scalda in scia a voci su avvio asta per piattaforma Npl

Da cessione banche risolte si otterrà meno del previsto

Visco (Bankitalia): piu’ fusioni e taglio dei costi, ridurre le sofferenze

Bce: i rischi per il settore finanziario europeo non stanno calando, anzi

Fmi: come gestire la crisi del credito bancario italiano

Intesa Sanpaolo cede pro soluto portafogli crediti “in bonis”

Mps, mercato scommette su buona riuscita cessione Npl

CrowdFundMe integra piattaforma e nuove procedure di pagamento

KKR annuncia: Pillarstone sbarca in Grecia (e cresce in Italia)

Bridge bank: le offerte arrivano ma dall’estero

Lombard Odier: Bce intende rendere costoso detenere liquidità

Visco (Bankitalia): in Italia c’è un problema di educazione finanziaria

Bpvi, fissata la forchetta per l’aumento: 0,1-3 euro

Padoan: riformare e rafforzare banche non è questione solo di Npl

S&P’s: Atlante porta benefici a breve, ma chi partecipa rischia a lungo

Atlante vorrebbe sostenere le banche, ma non afferra Cometa

Ti può anche interessare

Azimut attende i risultati 2016

AZIMUT STABILE A MILANO – Azimut resta poco sopra i 6 euro per azione a Piazza Affari, col tit ...

Inizio di giornata svogliato a Piazza Affari

PIAZZA AFFARI TIRA IL FIATO – Inizio di giornata in punta di piedi a Piazza Affari, dove anche ...

Congressi Anasf, quando, dove e come si vota

Le tornate elettorali per il rinnovo degli organismi territoriali dell'associazione ...