Scatta l’allarme per Raiffeisen dopo svalutazioni soci

A
A
A

Scatta l’allarme per Raiffeisen Zentralbank Osterreich, cui fa capo Raiffeisen Bank International, dopo le svalutazioni delle partecipazioni da parte di due soci principali.

Luca Spoldi di Luca Spoldi30 agosto 2016 | 13:14

RAIFFESENBANK, AZIONISTI SVALUTANO – Scatta l’allarme per Raiffeisen Zentralbank Oesterreich (Rzb), dopo che due dei principali soci principali, Raiffeisenlandesbank Oberoesterreich AG e RLB Steiermark AG, che insieme possiedono il 30% dell’istituto austriaco, tra quelli peggio emersi dagli stress test Eba resi noti un mese or sono, hanno svalutato il valore della propria partecipazione nelle rispettive semestrali, “in parte a causa della debolezza di capitale di Raiffeisen Zentralbank Oesterreich” come hanno scritto entrambi. L’azionista principale di Rzb, Raiffeisenlandesbank Niederoesterreich-Wien AG, deve ancora diffondere la semestrale e non ha voluto rilasciare dichiarazioni.

INDICI DI CAPITALE TROPPO DEBOLI – Raiffeisen Zentralbank Oesterreich è l’istituto centrale del principale gruppo bancario cooperativo dell’Austria e possiede il 61% della quotata Raiffeisen Bank International AG (Rbi). Entrambe le semestrali hanno segnalato anche come la svalutazione sia stata decisa alla luce di livelli di indici capitali “bassi nei confronti di concorrenti internazionali e prossimi ai livelli che porterebbero all’intervento delle autorità”, anche se nessuno dei due istituti ha citato quale tipo di intervento sarebbe prossimo.

SI VALUTA FUSIONE CON RAIFFEISEN BANK INTERNATIONAL – Al termine degli stress test Eba Raiffeisen Landesbanken Holding, che controlla direttamente Rzb ha visto il coefficiente common equity Tier 1 calare al 6,1% nello scenario avverso, facendo meglio solo dell’italiana Mps e dell’irlandese Allied Irish Banks. Per cercare di rafforzare il capitale, la cui debolezza pare amplificata dal complesso sistema di controllo a più livelli, Rzb sta valutando l’ipotesi di una fusione con la sua principale controllata, Rbi. Una decisione in merito dovrebbe essere presa entro il mese prossimo.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Ennio e Massimo Doris: “Benvenuti nella nostra Casa”

Bnl-Bnp Paribas LB gonfia la rete

Addio all’Albo per un ex Fineco

Le sinergie accademiche di B. Mediolanum

Salviamo i risparmi in Lire, un appello al M5S

Nuova Banca Etruria vince in appello contro Consob

F&F al passo d’addio, DB Advisory Clients pensa a un tour

Consulenza a distanza, l’avanguardia firmata Südtirol Bank

Una crisi indigesta alle reti

Consulenti, meglio il portafoglio del curriculum

Che bello lavorare in Credem

Ingresso di peso per il private di IWBank

Consulenti, cresce la concorrenza di banche e Poste

Tutela del risparmio e banche, le mosse di Lega e M5S

Banche, quei dieci trend che le cambieranno

Polizze, le crepe nel mito dell’impignorabilità

Consulenza un tanto al chilo

Banche e finanza, stipendi d’oro per i top manager

Bnl, the brand must go on

Shopping per il private di Banca Profilo

Leadership digitale, Intesa batte Unicredit e Fineco

B.Generali, atto di forza nella consulenza

Il cda di Fideuram Ispb cambia faccia

Mifid 2, sfida alla burocrazia

Bail-in, risparmi degli italiani ancora a rischio

Consulenti: “sos” momenti imbarazzanti con i clienti

Fideuram Ispb, il tesoro è in Irlanda

Mifid 2 è il migliore alleato di Mediolanum

Private, sulla Svizzera c’è Intesa

La relazione nel dna delle reti

La consulenza che piace ai Millennial

Private insurance nel mirino di Ispb

Banche e reti, stipendi da favola

Ti può anche interessare

I finalisti dei PRIVATE Banking Awards: categoria HEDGE FUND

Si alza il velo sui finalisti dei PRIVATE Banking Awards, che verranno assegnati il 22 novembre pro ...

Grande successo per ITForum Milano, sfoglia la gallery fotografica

Grande riscontro per l'edizione milanese di ITForum, che si è svolta giovedì 23 novembre nella cor ...

Sara Assicurazioni, l’Aci sale al 75%

Prossima l’acquisizione di quote della compagnia da Reale Mutua a Generali. ...