Scatta l’allarme per Raiffeisen dopo svalutazioni soci

A
A
A

Scatta l’allarme per Raiffeisen Zentralbank Osterreich, cui fa capo Raiffeisen Bank International, dopo le svalutazioni delle partecipazioni da parte di due soci principali.

Luca Spoldi di Luca Spoldi30 agosto 2016 | 13:14

RAIFFESENBANK, AZIONISTI SVALUTANO – Scatta l’allarme per Raiffeisen Zentralbank Oesterreich (Rzb), dopo che due dei principali soci principali, Raiffeisenlandesbank Oberoesterreich AG e RLB Steiermark AG, che insieme possiedono il 30% dell’istituto austriaco, tra quelli peggio emersi dagli stress test Eba resi noti un mese or sono, hanno svalutato il valore della propria partecipazione nelle rispettive semestrali, “in parte a causa della debolezza di capitale di Raiffeisen Zentralbank Oesterreich” come hanno scritto entrambi. L’azionista principale di Rzb, Raiffeisenlandesbank Niederoesterreich-Wien AG, deve ancora diffondere la semestrale e non ha voluto rilasciare dichiarazioni.

INDICI DI CAPITALE TROPPO DEBOLI – Raiffeisen Zentralbank Oesterreich è l’istituto centrale del principale gruppo bancario cooperativo dell’Austria e possiede il 61% della quotata Raiffeisen Bank International AG (Rbi). Entrambe le semestrali hanno segnalato anche come la svalutazione sia stata decisa alla luce di livelli di indici capitali “bassi nei confronti di concorrenti internazionali e prossimi ai livelli che porterebbero all’intervento delle autorità”, anche se nessuno dei due istituti ha citato quale tipo di intervento sarebbe prossimo.

SI VALUTA FUSIONE CON RAIFFEISEN BANK INTERNATIONAL – Al termine degli stress test Eba Raiffeisen Landesbanken Holding, che controlla direttamente Rzb ha visto il coefficiente common equity Tier 1 calare al 6,1% nello scenario avverso, facendo meglio solo dell’italiana Mps e dell’irlandese Allied Irish Banks. Per cercare di rafforzare il capitale, la cui debolezza pare amplificata dal complesso sistema di controllo a più livelli, Rzb sta valutando l’ipotesi di una fusione con la sua principale controllata, Rbi. Una decisione in merito dovrebbe essere presa entro il mese prossimo.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

McKinsey: “Cosa serve ancora alle banche”

Messina (Intesa Sanpaolo): npl, servono correttivi a regole Bce

Top manager di banche e digital al Summit di Saint-Vincent

Fallimenti e rivalsa sulle banche, il cliente può agire

Consob, l’Acf stoppa i ricorsi contro Bpvi e Veneto Banca

Banca Mediolanum dice la sua sull’innovazione digitale

Bankitalia: segnali di ripresa per il settore del credito

L’aumento del c/c per il fondo salva-banche è illegittimo

Cryan (Deutsche Bank) auspica tassi più alti e più fusioni e acquisizioni tra banche

Vigilanza bancaria, così cambia l’assetto dei controlli in Europa

Banche italiane, il consolidamento è partito

Dal 2007 in Europa sono scomparse 700 banche

Crediti problematici: Rev punta a collocare due portafogli di Npl tra agosto e ottobre

Hsbc, la svolta di Gulliver porta risultati

Qatar: le tensioni geopolitiche fanno defluire i capitali stranieri

Gacs, si va verso il rinnovo ma il costo potrebbe cambiare

A John Cryan serviranno anni per ristrutturare Deutsche Bank

Ubi Banca in stato di grazia a Piazza Affari: +4,34%

Reti Top, conto alla rovescia per le semestrali

Morgan Stanley: serviranno 10 anni per superare crisi Npl

Credit Suisse: i mercati già incorporano il rialzo dei tassi, ma siamo solo all’inizio

Torna l’assemblea annuale dell’Abi, banchieri a raccolta a Roma

Goldman Sachs punta sui prestiti alla clientela istituzionale Usa

Le ultime mosse sulle banche italiane convincono persino Schaeuble

Banche: oltre a Banca Carige occhio a Mps

La Brexit aumenta il fascino di Francoforte, ma Londra resta la capitale della finanza mondiale

Banca Carige opta per un aumento da 500 milioni

Banche, anche in Svizzera è l’ora delle razionalizzazioni

Banche: ora tocca al dossier Stefanel

Piazza Affari corre con le banche, brilla Unicredit

L’estate 2017 potrebbe rivelarsi propizia per le banche italiane

Dopo salvataggio banche venete si sblocca anche vicenda Mps

Banche a passo di corsa in borsa, per Credit Suisse è un “happy ending”

Ti può anche interessare

Standard and Poor’s: la pazienza della Bce sta diventando leggendaria

BCE, UNA PAZIENZA LEGGENDARIA – La pazienza della Bce sta diventando leggendaria, come sottoli ...

Blueindex: brillano Gam Holding e Man Group, indietro tutta Deutsche Bank

GAM HOLDING E MAN GROUP IN LUCE – Gam Holding e Man Group davanti a tutti ieri sul Blueindex, ...

Campari in rialzo, Goldman Sachs e Barclays migliorano target price e giudizi

CAMPARI CONVINCE I BROKER – Campari si concede un brindisi di prima mattina a Piazza Affari, d ...