C’è advice e advice

A
A
A

Le due modalità di offerta del servizio previste dalla Mifid 2

Gaetano Megale, Progetica di Gaetano Megale, Progetica14 marzo 2017 | 10:54
Nella consulenza su base indipendente il rapporto è davvero di fiducia

La Mifid 2 autorizzerà i cf a proporre i servizi in una delle due diverse modalità: consulenza su base indipendente e consulenza “ristretta”. Queste tipologie di consulenza si differenziano nel grado di priorità assegnato all’interesse del cliente. Infatti la consulenza su base indipendente implica che il rapporto si ispiri a un vero standard fiduciario per esempio la “fiduciary rule” del DOL USA simile a quello di altri professionisti. Il rapporto fiduciario si basa sul principio etico della professione che dà assoluta priorità all’interesse del cliente, con la formula: “agire secondo il migliore interesse del cliente”. Questo standard necessita della dimostrazione documentale della conformità del servizio a tale principio e comporta costi elevati di compliance e impegni rilevanti sotto il profilo della responsabilità professionale. Diversamente la consulenza ristretta appartiene all’ambito dello standard dell’adeguatezza la “suitability rule” connotato dall’espressione “servire al meglio l’interesse del cliente”. Il rapporto si basa sulla correttezza tecnica delle raccomandazioni consulenziali che devono essere conformi solo alle regole normative. Qui il consulente semplicemente persegue l’interesse del cliente che tuttavia non ha la priorità in quanto egli considera anche l’interesse proprio e dell’intermediario, cercandone un equo bilanciamento. Ciò significa che la proposizione di un prodotto deve essere adeguata alle circostanze del cliente ma non è necessariamente nel suo miglior interesse. La distinzione può essere utile sia al cliente per valutare i tipi di consulenza, sia all’operatore al fine della scelta del proprio posizionamento strategico.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Il prezzo della trasparenza

Focus necessario sui requisiti

Autonomi, la rabbia del sindacato: l’Albo dei consulenti è ancora al palo

Ti può anche interessare

Il nuovo mondo delle banche

Da Bluerating di gennaio 2017 ...

La PA è un cliente retail

Interessante sentenza della corte d’appello di Perugia in merito agli obblighi pre contrattuali ne ...

La tempesta perfetta che è già arrivata

L'editoriale del direttore Andrea Giacobino su bluerating di novembre 2016 ...