C’è advice e advice

A
A
A

Le due modalità di offerta del servizio previste dalla Mifid 2

Gaetano Megale, Progetica di Gaetano Megale, Progetica14 marzo 2017 | 10:54
Nella consulenza su base indipendente il rapporto è davvero di fiducia

La Mifid 2 autorizzerà i cf a proporre i servizi in una delle due diverse modalità: consulenza su base indipendente e consulenza “ristretta”. Queste tipologie di consulenza si differenziano nel grado di priorità assegnato all’interesse del cliente. Infatti la consulenza su base indipendente implica che il rapporto si ispiri a un vero standard fiduciario per esempio la “fiduciary rule” del DOL USA simile a quello di altri professionisti. Il rapporto fiduciario si basa sul principio etico della professione che dà assoluta priorità all’interesse del cliente, con la formula: “agire secondo il migliore interesse del cliente”. Questo standard necessita della dimostrazione documentale della conformità del servizio a tale principio e comporta costi elevati di compliance e impegni rilevanti sotto il profilo della responsabilità professionale. Diversamente la consulenza ristretta appartiene all’ambito dello standard dell’adeguatezza la “suitability rule” connotato dall’espressione “servire al meglio l’interesse del cliente”. Il rapporto si basa sulla correttezza tecnica delle raccomandazioni consulenziali che devono essere conformi solo alle regole normative. Qui il consulente semplicemente persegue l’interesse del cliente che tuttavia non ha la priorità in quanto egli considera anche l’interesse proprio e dell’intermediario, cercandone un equo bilanciamento. Ciò significa che la proposizione di un prodotto deve essere adeguata alle circostanze del cliente ma non è necessariamente nel suo miglior interesse. La distinzione può essere utile sia al cliente per valutare i tipi di consulenza, sia all’operatore al fine della scelta del proprio posizionamento strategico.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Mifid 2, se il consulente diventa green

Mifid 2, primi effetti collaterali

Gestione a prova di conflitti

Polizze vita, la Mifid 2 può spingere le unit linked

Consulenti, alle Poste si studia Mifid 2

Nuova era per le polizze

Mifid 2, il cliente non è obbligato a rispondere al questionario

Mifid 2? Sarà un successo a patto che..

Mifid 2, che guaio per i produttori

Consulenza ad alta tensione

Mifid 2: la ricetta per il “mal di margine”

Consob detta le regole: 5 spunti per i consulenti

Rivivi la diretta di Investments on the web

Efpa Italia, il board apre a terzi

“Lacrime di coccodrillo”, un video pro mandante sul caso SPI

Mifid 2 e fintech a portata di click

Consulenza e trasparenza, il falso mito dei costi

Levi (Fideuram Ispb): “Mifid 2? Una rivoluzione nella consulenza”

Salone del Risparmio: le sfide normative al centro della plenaria di chiusura

Mifid 2, i costi (salati) della direttiva

Anasf al salone per parlare di Mifid 2

Mifid 2, perché i consulenti finanziari possono guadagnare di più

Certificati, Mifid 2 e innovazione finanziaria ai Cf Webinars

La nuova consulenza? Un work-in-progress

Obblighi informativi Mifid 2, il richiamo di Consob

Mifid 2 e consulenza, l’adeguatezza alle prese con gli switch

Poste, un esercito di advisor sfiderà le banche

Rovinarsi sui mercati ai tempi di Mifid 2

ConsulenTia18/Orsi (M&G): “Gestire Mifid 2 con le partnership”

Mifid 2, i consulenti chiedono aiuto per gestire il cambiamento

ConsulenTia18/Bosisio (Mediolanum): “La burocrazia non seppellirà la consulenza”

Consulente formato, mezzo salvato…parola di Mifid 2

Mifid 2 e certificati, i CF Webinars ripartono da ConsulenTia

Ti può anche interessare

Arte, diamanti e rischio

La Cassazione ha confermato la decisione della Corte d’Appello di Napoli, a sostegno di una robust ...

Il pregiudizio egoistico dei cf

Il conflitto di interesse riguarda tutti i professionisti della consulenza e attiva un errore cognit ...

Tutti i dubbi sull’Equity Crowdfunding

Sento grandi attese sull’Equity Crowdfunding (EC), che la Legge di Bilancio 2018 ha ampliato a tut ...