La Consob ha deciso, via libera a JC Associati SIM

A
A
A
di Fabio Coco 23 Luglio 2009 | 14:30
La delibera della Consob ha autorizzato JC Associati SIM Spa ad erogare il servizio di consulenza in materia di investimento. La società, inoltre, entra a far parte dell’Albo delle SIM. L’unico vincolo riferito al servizio d’investimento, è legato all’impossibilità di detenere disponibilità liquide e strumenti finanziari della clientela.

Numerose sono le società di consulenza in attesa di autorizzazione ad operare in qualità di SIM, in osservanza della normativa vigente e sottoponendosi alla disciplina prevista ai sensi del Testo Unico della Finanza (TUF), dal Regolamento Congiunto Banca d’Italia Consob e dal Regolamento Intermediari di Consob.

In data odierna, però, la delibera n. 16962 della Commissione Nazionale per le Società e la Borsa ha autorizzato JC & Associati SIM Spa all’esercizio del servizio di consulenza in materia d’investimento, approvando, inoltre, l’iscrizione della stessa società all’Albo delle SIM.   

JC Associati SIM, società con sede a Milano, aveva presentato l’istanza in data 8 febbraio 2008. Il periodo più o meno lungo, è stato necessario all’Autorità per raccogliere informazioni ed avviare la fase istruttoria, nonché per sentire la Banca d’Italia. Al termine di tutto il procedimento, è stata disposta l’iscrizione della JC & Associati Società di Intermediazione Mobiliare per azioni nell’Albo delle SIM e l’autorizzazione all’esercizio del servizio di consulenza in materia di investimenti.

L’autorizzazione alla prestazione del citato servizio di investimento, è stata rilasciata con le seguenti limitazioni operative: “senza detenzione, neanche temporanea, delle disponibilità liquide e degli strumenti finanziari della clientela e senza assunzione di rischi da parte della società stessa”.

Jacopo Ceccatelli, presidente ed amministratore delegato, nonché responsabile strategies di JC Associati, si è dichiarato entusiasta: “L’autorizzazione è sempre stato un obiettivo molto importante per noi e per chi, come noi, opera nel mondo della consulenza già da tempo”. JC Associati, infatti, nasce nel 2003 ed è strutturata in ottica SIM già da anni. Di fatto, la delibera della Consob non cambierà le strategie della società di consulenza, facente parte del protocollo di intesa tra le SIM di consulenza, Tavola di lavoro presieduto da Zeno D’Acquarone. L’autorizzazione comporterà, infatti, una rilevante variazione in termini qualitativi, ma non sotto l’aspetto strettamente operativo. “I clienti, sia retail che istituzionali, avranno ora a che fare con una entità adeguatamente strutturata. Il vantaggio sarà quello di una maggior sicurezza per il cliente e per gli investitori, che potranno beneficiare di una maggior garanzia a loro tutela”, afferma Ceccatelli.

Difatti, l’aver ricevuto il via libera da parte della Consob e l’iscrizione all’Albo delle Sim, sottopone le società a particolari controlli, fattore che rassicura il cliente sulla trasparenza e la regolarità dell’operato di una SIM.

Per il prossimo futuro, JC Associati crede fermamente nel ruolo che la consulenza andrà assumendo. “La consulenza assumerà un valore sempre più importante – ha dichiarato il presidente – trasformandosi in uno dei principali servizi d’investimento”. Sull’estensione ad erogare il servizio di consulenza in materia d’investimento anche Spa ed Srl, Jacopo Ceccatelli ha concluso: “Sarà il mercato a fare la sua selezione. In quest’ottica, l’autorizzazione della Consob si configura come un elemento chiave. La garanzia che essa trasferisce al cliente, non potrà che avvantaggiare chi si è sottoposto a controlli e vincoli regolamentativi”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Storia di un consulente che amava le pressioni commerciali

Deutsche Bank FA, scorpacciata di consulenti lungo lo stivale

Fineco, super ingresso per la rete da Mps

NEWSLETTER
Iscriviti
X