B.Mediolanum, cala l’utile e rallenta la raccolta

A
A
A

Utile sceso del 30% anno su anno mentre la raccolta cala del 20% circa. Quasi il 90% degli afflussi complessivi del gruppo nel primo trimestre 2018 è rappresentato da questa tipologia di polizze

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti10 maggio 2018 | 15:16

886 milioni di euro su 998 milioni di euro complessivi. E’ questa la consistenza delle grandi protagoniste della raccolta italiana ed estera per il primo trimestre 2018 di Mediolanum: le polizze unit linked. Apporti che nello specifico hanno visto 689 milioni di euro (su 848 milioni di euro complessivi) in Italia e 197 milioni di euro (per un dato finale di raccolta di 150 milioni di euro) in relazione ai mercati esteri. Aprile, con 400 milioni di apporti netti, ha di fatto ottenuto quasi la metà degli afflussi complessivi del primo trimestre, che risultano comunque in calo di quasi il 20% rispetto al dato speculare del 2017 (1.207 milioni di euro).

Spostandoci su un altro elemento di analisi, l’utile netto consolidato risulta di Euro 59,5 milioni, in diminuzione del 30% rispetto al risultato dello stesso periodo del 2017 (84,9 milioni di euro), riconducibile, come recita il comunicato, “esclusivamente all’andamento sfavorevole dei mercati nel trimestre”; infatti, il Margine Operativo è in crescita del 26% ed è pari a Euro 62,3 milioni.

Ma entriamo nel dettaglio dei dati del Resoconto Intermedio di Gestione al 31 marzo 2018, approvato oggi dal Consiglio di Amministrazione, riunitosi oggi a Basiglio (Mi).

• Il totale delle Masse gestite e amministrate si attesta a Euro 74.899 milioni, in linea con i livelli di fine 2017 e in aumento del 4% rispetto al 31 marzo 2017 escludendo gli asset di Banca Esperia ceduti nel corso del 2017.
• Il Common Equity Tier 1 Ratio (CET1) al 31 marzo 2018 è pari a 21,7%, uno dei più alti tra i Gruppi Bancari italiani ed europei.

Più nel dettaglio, relativamente alle attività sul mercato italiano:
• La Raccolta Netta è stata positiva per Euro 848 milioni complessivi nel trimestre. In particolare la raccolta netta in Fondi, che include quella realizzata attraverso le polizze Unit-Linked, si è attestata a Euro 689 milioni.
• Gli Impieghi alla clientela retail hanno raggiunto Euro 7.643 milioni, in crescita del 3% rispetto al 31 dicembre, e del 11% rispetto al 31 marzo 2017. L’incidenza dei Crediti deteriorati netti sul totale crediti è pari allo 0,8%. • Il numero di Family Banker al 31 marzo 2018 è pari a 4.253.
• Il totale dei Clienti alla stessa data si attesta a 1.226.957, in crescita del 3% rispetto alla stessa data dello scorso anno.

Con riferimento ai mercati esteri.
• L’Utile Netto è stato pari a -0,4 milioni di euro.
• Complessivamente, le Masse gestite e amministrate delle controllate bancarie estere si sono attestate a Euro 5.304 milioni, in crescita del 13% rispetto al 31 marzo dello scorso anno ed in linea con il 31 dicembre 2017.
• La Raccolta Netta è stata positiva per Euro 150 milioni complessivi nel trimestre. In particolare la raccolta netta in Fondi, che include quella realizzata attraverso le polizze Unit-Linked, si è attestata a Euro 197 milioni.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Gestori in vetrina – Allianz GI

Euromobiliare: il private sedotto dall’arte della sabbia

Consulenti: anticorpi del mercato contro il catenaccio

Dossier reclutamento: Consultinvest

Oggi su BLUERATING NEWS: bot e risposte, Fineco scivola

Borse, BlackRock aspetta il rally

Consulente: tre grafici che ti faranno preoccupare

Mediolanum, consulenza caput mundi

Bankitalia: è SOS sul debito pubblico

Il grande sacrificio del consulente

BFC protagonista all’Investor day di Integrae sim

I nuovi Pir perdono il treno del dl Crescita

Consultinvest: Anselmi al timone dell’asset management

BFC, per gli analisti è da comprare

Banca Mediolanum: l’uomo di frontiera che cavalca l’innovability

Bce, non si muove foglia sui tassi. E la Brexit si allontana

Foti ai consulenti Fineco: non temete, nel 2019 guadagnerete di più

Gestori in vetrina – Etica sgr

Mediolanum: convention a maggio e spinta sul private

Consulenza indipendente: botta e risposta con il neo Vice Presidente di AssoSCF

Fidelity International, nuova nomina ai piani alti

Consulenza finanziaria e costi: a ITForum una tavola rotonda per parlarne

Fineco non è mai sazia di raccolta

Al via la formazione Ascofind per i consulenti indipendenti

Sostenibilità, ovvero come ridurre il rischio d’investimento

Oggi su BLUERATING NEWS: recruiting Widiba, i campioni del gestito

Cofip, ecco il congresso nazionale consulenza finanziaria professionale

Fondi di investimento, MFS: nuovo fondo che punta al credito europeo

Consulenti: tra radiati e sospesi, a marzo triplica il lavoro della vigilanza

Salone del Risparmio, Legg Mason GAM: “Azioni: è giunto il tempo delle strategie unconstrained”

Etf, Lyxor quota su Borsa Italiana un nuovo Etf Esg

Certificati, Vontobel: sul SeDeX il primo Tracker Certificate Impact Investing

Fondi d’investimento, il migliore e il peggiore del 28/03/2019

Ti può anche interessare

Bnl Bnp Paribas Life Banker, due rinforzi a Palermo

La struttura del capoluogo siciliano guidata da Giuseppe Calà ha ingaggiato due professionisti prov ...

Deutsche Bank fuori dalle blue chip europee

Lo riporta l’agenzia Reuters, in base a documenti che i suoi cronisti hanno potuto vedere. ...

Azimut pigliatutto nei reclutamenti

Nuovi ingressi per Azimut Capital Management, sia sul fronte consulenti che su quello manageriale ...