B.Mediolanum, cala l’utile e rallenta la raccolta

A
A
A

Utile sceso del 30% anno su anno mentre la raccolta cala del 20% circa. Quasi il 90% degli afflussi complessivi del gruppo nel primo trimestre 2018 è rappresentato da questa tipologia di polizze

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti10 maggio 2018 | 15:16

886 milioni di euro su 998 milioni di euro complessivi. E’ questa la consistenza delle grandi protagoniste della raccolta italiana ed estera per il primo trimestre 2018 di Mediolanum: le polizze unit linked. Apporti che nello specifico hanno visto 689 milioni di euro (su 848 milioni di euro complessivi) in Italia e 197 milioni di euro (per un dato finale di raccolta di 150 milioni di euro) in relazione ai mercati esteri. Aprile, con 400 milioni di apporti netti, ha di fatto ottenuto quasi la metà degli afflussi complessivi del primo trimestre, che risultano comunque in calo di quasi il 20% rispetto al dato speculare del 2017 (1.207 milioni di euro).

Spostandoci su un altro elemento di analisi, l’utile netto consolidato risulta di Euro 59,5 milioni, in diminuzione del 30% rispetto al risultato dello stesso periodo del 2017 (84,9 milioni di euro), riconducibile, come recita il comunicato, “esclusivamente all’andamento sfavorevole dei mercati nel trimestre”; infatti, il Margine Operativo è in crescita del 26% ed è pari a Euro 62,3 milioni.

Ma entriamo nel dettaglio dei dati del Resoconto Intermedio di Gestione al 31 marzo 2018, approvato oggi dal Consiglio di Amministrazione, riunitosi oggi a Basiglio (Mi).

• Il totale delle Masse gestite e amministrate si attesta a Euro 74.899 milioni, in linea con i livelli di fine 2017 e in aumento del 4% rispetto al 31 marzo 2017 escludendo gli asset di Banca Esperia ceduti nel corso del 2017.
• Il Common Equity Tier 1 Ratio (CET1) al 31 marzo 2018 è pari a 21,7%, uno dei più alti tra i Gruppi Bancari italiani ed europei.

Più nel dettaglio, relativamente alle attività sul mercato italiano:
• La Raccolta Netta è stata positiva per Euro 848 milioni complessivi nel trimestre. In particolare la raccolta netta in Fondi, che include quella realizzata attraverso le polizze Unit-Linked, si è attestata a Euro 689 milioni.
• Gli Impieghi alla clientela retail hanno raggiunto Euro 7.643 milioni, in crescita del 3% rispetto al 31 dicembre, e del 11% rispetto al 31 marzo 2017. L’incidenza dei Crediti deteriorati netti sul totale crediti è pari allo 0,8%. • Il numero di Family Banker al 31 marzo 2018 è pari a 4.253.
• Il totale dei Clienti alla stessa data si attesta a 1.226.957, in crescita del 3% rispetto alla stessa data dello scorso anno.

Con riferimento ai mercati esteri.
• L’Utile Netto è stato pari a -0,4 milioni di euro.
• Complessivamente, le Masse gestite e amministrate delle controllate bancarie estere si sono attestate a Euro 5.304 milioni, in crescita del 13% rispetto al 31 marzo dello scorso anno ed in linea con il 31 dicembre 2017.
• La Raccolta Netta è stata positiva per Euro 150 milioni complessivi nel trimestre. In particolare la raccolta netta in Fondi, che include quella realizzata attraverso le polizze Unit-Linked, si è attestata a Euro 197 milioni.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Azimut: a luglio un nuovo modello di consulenza

Il lungo cammino dell’advisor: i portafogli raddoppiano

Consulente, non fare come Bonucci…

Consulenti, una chimera chiamata trasparenza dei costi

Assoimmobiliare lancia l’indice del mattone corporate

Banca Generali in “rosa”, entra top banker di Exane

Mediolanum mette in mostra Warhol

Jupiter Am, promozione per Porro

Banca Sella: quotazione? No grazie

Certificati, Unicredit: nuovo pieno di Cash Collect sul Sedex

WisdomTree, il fixed income in Europa ha un nuovo leader

Rendiconti Mifid 2, l’Esma ha già risposto in realtà…

Capital Group, un outlook in versione 3×3

Consulenti, la storia della locomotiva blu

ConsulenTia19, gestori in vetrina: Gam

Dividendi, dopo il record del 2018, preparatevi al bis

ConsulenTia19, gestori in vetrina: Fidelity International

Comgest, un 2018 da Oscar

Tutte le opportunità (e i rischi) del private debt

Banca Generali, arriva la top banker dei club deal

ConsulenTia19, gestori in vetrina: Amundi

Foti (Fineco): tre pilastri per vincere la battaglia sui margini

Certificati di investimento: SocGen, 24 nuovi Recovery TOP Bonus

Oggi su BLUERATING NEWS: Fideuram Ispb raccolta e utile, i grandi gestori

ASSET and the CITY: stasera parla M&G Investments

Fondi d’investimento, top e flop del 14/02/19

Fineco e SocGen: stretta di mano nell’asset management

Rendiconti e contributi: io non ci sto!

Oggi su BLUERATING NEWS: reti dominatrici, super raccolta per gli etf

Consulenti, vi raccontiamo tutta la verità sulla crescita Usa…

Consulenti, il futuro delle grandi reti a confronto

Borsa, il voto in Abruzzo rianima il listino

Fineco, top entry in riva al lago

Ti può anche interessare

Reclutamento, tre big in doppia cifra

Fideuram ISPB, Banca Generali e Azimut CM guidano il ranking del recruiting a marzo. ...

Banca Mediolanum, l’estate fa 23

Con gli ingressi avvenuti tra giugno, luglio e agosto salgono a 80 i nuovi consulenti finanziari ins ...

La svolta di Widiba al Gambero Rosso di Riccione

L’a.d. Andrea Cardamone affida all’ex am di Puglia e Molise Nicola Viscanti la guida della rete ...