Consulenti come Icardi: quando il capitano cambia all’improvviso

A
A
A

I casi in cui la fascia è passata di mano senza preavviso

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti14 febbraio 2019 | 11:20

Premessa doverosa: l’articolo che state per leggere ha un taglio volutamente leggero e ironico e cercherà di proporre un piccolo “ripasso” di storia del settore della consulenza, prendendo spunto dall’attualità sportiva, in particolare dal caso del momento in Italia: Mauro Icardi non è più capitano dell’Inter. Il mondo del calcio e quello dell’advisory, diciamocelo senza false ipocrisie, hanno molto più cose in comune di quanto si possa pensare. Non è forse vero che le diverse reti sono un po’ come le squadre di calcio, con tanto di “tifosi” e “calciomercato” annesso? Diciamo qualcosa di sbagliato quando affermiamo che le stesse hanno alcuni uomini “simbolo”, idealmente dei capitani, che rappresentano il riferimento gerarchico per i professionisti?

Dando per buone le riflessioni precedenti, proviamo a vedere i casi in cui nel recente passato si è verificata, nell’ambito delle principali reti di consulenza finanziaria in Italia, una situazione similare a quella avvenuta in casa Inter: un riferimento che improvvisamente non è più tale, un capitano che esce di scena (o rimanendo nella società come Icardi o addirittura cambiando casacca). Passaggi di testimone in stile Icardi-Handanovic, ma in chiave finanziaria. Non sempre voluti dalla società, ma che hanno colto comunque tutti di sorpresa.

Qui di seguito vi riportiamo qualche esempio, nei commenti fateci sapere qualche altro episodio nel caso vi venisse in mente: saremo lieti di aggiornare la lista.

Widiba: Giacomelli-Viscanti

E’ maggio del 2018 quando il “capitano” della rete di Widiba, Massimo Giacomelli, viene licenziato dalla società. Una rivoluzione al vertice imprevista e sorprendente. Al suo posto andrà a giugno Nicola Viscanti, attuale responsabile della rete. Nell’ottobre del 2018 Massimo Giacomelli entrerà in Azimut Global Advisory con la carica di Executive Manager per sviluppare le attività commerciali della divisione su tutto il territorio nazionale.

IWBank PI: Pennacchia-Di Muro


Sicuramente meno traumatico è l’episodio che riguarda IWBank Private Investments. Lasciando piuttosto sorpresi gli addetti ai lavori, lo scorso ottobre 2018 Andrea Pennacchia ha lasciato il suo ruolo di direttore generale a favore di Dario Di Muro. Nessuna rottura però, Pennacchia rimane nel gruppo Ubi.

Credem: Marconi-Franzoni

Duccio Marconi

Siamo nel luglio del 2017, quando Duccio Marconi lascia il ruolo di direttore commerciale della rete dei consulenti finanziari di Credem. Al suo posto arriva Moris Franzoni. Qualche tempo dopo, precisamente nel settembre 2017, Marconi sarà nominato nuovo Direttore Centrale dei consulenti finanziari di CheBanca! Credem decise di intentare una causa per concorrenza sleale, vincendola nell’aprile del 2018.

Menzioni d’onore

Non si tratta propriamente dei “capitani” delle reti, ma sicuramente di figure di rilievo a livello gerarchico. Anche nel loro caso l’uscita di scena ha lasciato non poco sorpreso il mercato.

Nel settembre 2018 FinecoBank ridefinisce la struttura organizzativa e annuncia la fine della collaborazione con Carlo Giausa, direttore investimenti e private banking. Il Private Banking andrà a confluire nella Direzione Commerciale Rete PFA guidata da Mauro Albanese e che da quel momento sarà ridenominata Direzione Commerciale Rete PFA & Private Banking.

Nel dicembre 2018 l’amministratore delegato di Azimut Holding, Sergio Albarelli risolve il rapporto di lavoro con la società con effetto al 25 gennaio 2019.  A seguito delle dimissioni ha nominato per cooptazione Gabriele Blei, conferendogli la carica di amministratore


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Seminari Anasf, a giugno focus su MiFID 2 e i costi della non consulenza

Consulenti finanziari, la linea verde di Copernico Sim

Consulenti finanziari: la ricerca della felicità

Consulenti finanziari, le novità sul regime forfettario

Fineco, gli incentivi ai consulenti

Quanto costano i consulenti a Banca Generali

Consulente, alle Poste c’è un posto per te

La consulenza deve diventare grande

Consulenza: le responsabilità legali degli intermediari finanziari

Widiba, Milan l’è un gran roadshow

Consulenti: BlueAcademy e Teseo, ecco il corso per l’European Investment Practitioner

Consulenti, una chimera chiamata trasparenza dei costi

Oggi su BLUERATING NEWS: Fideuram Ispb raccolta e utile, i grandi gestori

Consulenti, Poste Italiane la vera minaccia

Poste Italiane, cercasi consulenti (ma con dote)

Consulenti, rivolta contro il contratto ibrido

Reti, raccolta positiva a giugno, polizze con meno appeal

Bancari e consulenti, quando un robot li sostituirà

Mifid 2, se il consulente diventa green

Poste Italiane a caccia di 500 consulenti

È solo un Bollettino, non un dogma di fede

Poste Italiane, giovani e belli…E consulenti

Unit linked, tesoro da 9 miliardi all’anno per i cf

Consulenti, le nuove tariffe in Gran Bretagna

Consulenti, 5 consigli per motivare il team di lavoro

Consulenti, le donne d’oro delle reti

Mifid 2, perché i consulenti finanziari possono guadagnare di più

Certificati, Mifid 2 e innovazione finanziaria ai Cf Webinars

Aviva, raccolta col turbo grazie ai cf

Reti, raccolta ancora tonica

Polizze, se l’agente di assicurazione fa concorrenza al consulente finanziario

Consulenza finanziaria, quanto costa iniziare la professione

La (buona) paga del cf: il modello di Fineco

Ti può anche interessare

Consulenza e successioni: piccola guida alle novità

Il 28 febbraio scorso il consiglio dei ministri ha approvato 10 disegni di legge tra cui uno che rec ...

Banor Sim premiata dall’Istituto Tedesco Qualità e Finanza

Banor Sim  è risultata il migliore gestore patrimoniale sotto il profilo della “Qualità del Por ...

Fideuram fa dodici a ottobre

Nel periodo 1 gennaio 2018 –31 ottobre 2018 sono stati inseriti 170 nuovi private banker. Il nume ...