Credem, nel 2020 ancora più spinta sul reclutamento

A
A
A

In vista reclutamenti per 80 professionisti tra consulenti finanziari e private banker

Marcello Astorri di Marcello Astorri13 febbraio 2020 | 11:17

Il reclutamento non dorme mai in casa Credem. Infatti, la struttura dedicata alla crescita delle reti wealth management, guidata da Giorgio Garofalo, nel 2019 ha inserito 60 nuovi professionisti tra consulenti finanziari e private banker in tutta Italia. E per il 2020 vuole reclutare altri 80 tra private banker e consulenti. Inoltre, da giugno, sono stati nominati Ernesto Mauri responsabile crescita delle reti wealth nel Nord Ovest e Tommaso Busani responsabile della crescita per il Nord Est. Busani e Mauri si affiancano al team composto da Marco Ferrari e Calogero Aprile, nell’ambito del coordinamento e selezione di professionisti della consulenza finanziaria.  La direzione crescita reti wealth, nata a gennaio 2019,  si occupa del reclutamento di private banker e consulenti finanziari per le due distinte reti coordinate rispettivamente da Gianluca Rondini e Moris Franzoni che contano nel complesso 27 miliardi di euro di asset under management.

Il rafforzamento delle reti di wealth management proseguirà anche nel 2020 con l’obiettivo di inserire 80 nuovi professionisti tra private banker e consulenti finanziari. La ricerca è attiva su tutto il territorio nazionale ed è rivolta a professionisti che operano all’interno di reti distributive, a dipendenti del settore bancario e a reti di private banking che, forti delle loro capacità relazionali e delle competenze acquisite, vogliano proseguire autonomamente il loro percorso di crescita professionale con un forte plus relativo a tutti i prodotti e servizi offerti dalla banca tradizionale e dalle società del gruppo. Oltre ai 60 nuovi professionisti in ambito wealth management, Credem nel 2019 ha assunto 293 persone di cui l’80% circa neo diplomati e laureati, un unicum oggi nel settore, necessario per far fronte ai progetti di sviluppo di lungo periodo del gruppo.

“Nel 2019 sono oltre 60 i nuovi professionisti entrati in Credem tra consulenti finanziari e private banker, distribuiti tra Lombardia, Piemonte, Triveneto, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Campania, Puglia, Sicilia e Sardegna a testimonianza dell’attrattività del nostro gruppo”, ha dichiarato Giorgio Garofalodirettore crescita reti wealth management Credem. “Questo è il segno che la credibilità del nostro progetto, rafforzata dalla nostra storia e dalla nostra reputazione, fornisce oggi una robusta garanzia circa il futuro delle professioni. Credem viene scelto per diversi fattori, per le dimensioni e la completezza del gruppo che consente da un lato di garantire un ottimo time to market e dall’altra di anticipare la metamorfosi in atto oggi sul mercato legata alla trasformazione della consulenza finanziaria in consulenza patrimoniale. Per un modello di servizio snello e flessibile che permette  rapidamente di identificare le giuste soluzioni da offrire ai nostri private banker ed ai nostri consulenti finanziari nell’attività di tutti i giorni con i loro clienti. Per l’ampiezza di servizio offerto dal modello di Credem banca, che copre a 360° le varie aree di bisogno della clientela e rappresenta un fattore di tranquillità importante in un contesto dalla difficile lettura come quello attuale, opportunità unica per i professionisti che intendano offrire ai propri clienti competenze specialistiche e consolidate in ambito wealth management, per tutto ciò che attiene i servizi alla persona ed in ambito corporate”.


COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ARTICOLI CORRELATI

Credem, ingaggio di peso da Mediolanum

Credem, c’è un nuovo focus per Euromobiliare

Credem, reclutamento e innovazione per il wealth management

Banche, Credem tra le più solide per la Bce

Credem racconta la sua Mifid 2

Banca Euromobiliare, tripletta per il wealth management

Mifid 2, le grandi reti gongolano con le commissioni

Reclutamento consulenti, testa a testa Credem-CheBanca!

Credem, educazione a misura di bambino

Credem, il 2019 in 5 notizie

Banca Euromobiliare: nel 2020 si punta al miliardo

Credem, il private verso un cammino di eccellenza

Banca Euromobiliare, una convention per le persone

C’è un po’ di Credem in Santa Maria

Banca Euromobiliare, pieno di consulenti per il wealth management

Credem, reclutamenti alla fiorentina

Bluerating Awards 2019: Credem, ecco i cf in nomination

Credem, wealth management a tutto reclutamento

Credem, la crescita passa dalle pmi

Credem, destinazione innovazione

Credem emette 500 milioni di Senior Non-Preferred

Credem, il rating è ancora sopra la media

Se il consulente va dallo chef

Credem, la carica dei volontari

Credem, crescita in vista nel credito al consumo con Avvera

Reti Champions League: il ribaltone di Consultinvest

Credem, dalla parte dei bambini

Credem a passo di blockchain

Reti Champions League: giornata da incorniciare per Pietrafresa e Giuliani

Credem, prosegue la crescita della banca assicurazione

BLUERATING in edicola: Crescere con passione

Credem, è tempo di fusioni interne

Credem, le persone prima di tutto

Ti può anche interessare

Consulenti, i Millennials vi cercano

La consulenza finanziaria piace ai Millennials. Diversamente da quello che spesso si crede, coloro c ...

Eltif, gestori pronti allo scatto sui nuovi fondi europei

I gestori guardano con interesse agli Eltif, veicoli d’investimento europei fatti per convogli ...

Educazione finanziaria, Poste sale in cattedra

Poste italiane farà corsi di educazione finanziaria negli uffici postali e rivolti a tutti i cittad ...