Credem, nel 2020 ancora più spinta sul reclutamento

A
A
A
Marcello Astorri di Marcello Astorri 13 Febbraio 2020 | 11:17
In vista reclutamenti per 80 professionisti tra consulenti finanziari e private banker

Il reclutamento non dorme mai in casa Credem. Infatti, la struttura dedicata alla crescita delle reti wealth management, guidata da Giorgio Garofalo, nel 2019 ha inserito 60 nuovi professionisti tra consulenti finanziari e private banker in tutta Italia. E per il 2020 vuole reclutare altri 80 tra private banker e consulenti. Inoltre, da giugno, sono stati nominati Ernesto Mauri responsabile crescita delle reti wealth nel Nord Ovest e Tommaso Busani responsabile della crescita per il Nord Est. Busani e Mauri si affiancano al team composto da Marco Ferrari e Calogero Aprile, nell’ambito del coordinamento e selezione di professionisti della consulenza finanziaria.  La direzione crescita reti wealth, nata a gennaio 2019,  si occupa del reclutamento di private banker e consulenti finanziari per le due distinte reti coordinate rispettivamente da Gianluca Rondini e Moris Franzoni che contano nel complesso 27 miliardi di euro di asset under management.

Il rafforzamento delle reti di wealth management proseguirà anche nel 2020 con l’obiettivo di inserire 80 nuovi professionisti tra private banker e consulenti finanziari. La ricerca è attiva su tutto il territorio nazionale ed è rivolta a professionisti che operano all’interno di reti distributive, a dipendenti del settore bancario e a reti di private banking che, forti delle loro capacità relazionali e delle competenze acquisite, vogliano proseguire autonomamente il loro percorso di crescita professionale con un forte plus relativo a tutti i prodotti e servizi offerti dalla banca tradizionale e dalle società del gruppo. Oltre ai 60 nuovi professionisti in ambito wealth management, Credem nel 2019 ha assunto 293 persone di cui l’80% circa neo diplomati e laureati, un unicum oggi nel settore, necessario per far fronte ai progetti di sviluppo di lungo periodo del gruppo.

“Nel 2019 sono oltre 60 i nuovi professionisti entrati in Credem tra consulenti finanziari e private banker, distribuiti tra Lombardia, Piemonte, Triveneto, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Campania, Puglia, Sicilia e Sardegna a testimonianza dell’attrattività del nostro gruppo”, ha dichiarato Giorgio Garofalodirettore crescita reti wealth management Credem. “Questo è il segno che la credibilità del nostro progetto, rafforzata dalla nostra storia e dalla nostra reputazione, fornisce oggi una robusta garanzia circa il futuro delle professioni. Credem viene scelto per diversi fattori, per le dimensioni e la completezza del gruppo che consente da un lato di garantire un ottimo time to market e dall’altra di anticipare la metamorfosi in atto oggi sul mercato legata alla trasformazione della consulenza finanziaria in consulenza patrimoniale. Per un modello di servizio snello e flessibile che permette  rapidamente di identificare le giuste soluzioni da offrire ai nostri private banker ed ai nostri consulenti finanziari nell’attività di tutti i giorni con i loro clienti. Per l’ampiezza di servizio offerto dal modello di Credem banca, che copre a 360° le varie aree di bisogno della clientela e rappresenta un fattore di tranquillità importante in un contesto dalla difficile lettura come quello attuale, opportunità unica per i professionisti che intendano offrire ai propri clienti competenze specialistiche e consolidate in ambito wealth management, per tutto ciò che attiene i servizi alla persona ed in ambito corporate”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Credem, un cornetto insieme alle start up

Risparmio gestito, trimestre impossibile a causa del Covid-19: Poste, Pictet e Ubs paladini della resistenza

Credem, infornata di giovani talenti

Credem, il nuovo corso del wealth management

Credem, Euromobiliare Advisory Sim fa incetta di premi

Credem, con Caricento l’appetito vien mangiando

Credem, l’utile supera i 40 milioni nel primo trimestre

Credemholding, utile in crescita e nomina del nuovo collegio sindacale

Credem, colpo di fulmine per Cassa di Risparmio di Cento

Reti e banche “graziate” dal rating, ma l’outlook fa paura

Banca Euromobiliare, un big del Credem alla presidenza

Credem, sforzi raddoppiati contro il coronavirus

Credem, sette miliardi pronti per famiglie e imprese

Credem, 4 video corsi per aiutare i consulenti durante l’emergenza

Credem valuta la sospensione del dividendo

Credem, più coperture per gli assicurati

Credem, parte l’accademia dei manager coraggiosi

Coronavirus, Credem punta sulla qualità degli attivi

Credem, la consulenza diventa a distanza

Credem, un nuovo asso da Ubi

Credem si illumina di meno

Credem, un aiuto ai consulenti nell’era del Coronavirus

Credem, reclutamento doc da Banca Intermobiliare

Coronavirus, Credem sostegno alle famiglie colpite dall’emergenza

Credem, la forza delle sinergie tra le reti

Consulenza, Credem si rafforza sulla Riviera di Levante

Credem, virata fintech per lo sconto dinamico

Credem, la spinta sarda per crescere ancora

Credem, ingaggio di peso da Mediolanum

Credem, c’è un nuovo focus per Euromobiliare

Credem, reclutamento e innovazione per il wealth management

Banche, Credem tra le più solide per la Bce

Credem racconta la sua Mifid 2

Ti può anche interessare

Coronavirus, la “Mossa” vincente

Il nuovo comparto di Banca Generali con Ambrosetti Am investe in modo decorrelato. ...

Allianz Bank FA racconta la sua Mifid 2

Sono ormai due anni che Mifid 2 è entrata nella quotidianità della vita finanziaria europea. In qu ...

Consulenti, vi racconto tutti i nostri Cigni Neri

Sui mercati finanziari è arrivato un nuovo cigno nero, un evento inatteso capace di portare la temp ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X