Azimut, la raccolta cresce con la spinta americana

A
A
A
di Redazione 9 Ottobre 2020 | 09:20
Il consolidamento di Genesis Investment Advisors spinge il dato della raccolta di settembre, da inizio anno la raccolta è di 3,6 miliardi.

Azimut ha chiuso il mese di settembre con numeri positivi sulla raccolta. La società guidata dal presidente Pietro Giuliani ha infatti registrato una raccolta netta positiva per 581 milioni di euro (in crescita rispetto ai 418 milioni di agosto), raggiungendo così i 3,6 miliardi da inizio anno.

Il dato di raccolta ha beneficiato del consolidamento di Genesis Investment Advisors, la seconda società di distribuzione negli Stati Uniti specializzata nella consulenza finanziaria con sede a Miami. Al netto del consolidamento delle masse da quest’ultima, il gruppo Azimut ha comunque conseguito nel mese di settembre una raccolta netta positiva per circa 250 milioni.

Il totale delle masse comprensive del risparmio amministrato si attesta a fine settembre a 57,3 miliardi, di cui 44,2 miliardi fanno riferimento alle masse gestite.

Pietro Giuliani, Presidente del Gruppo, commenta: “La raccolta netta nel mese di settembre conferma il trend positivo visto da inizio anno, soprattutto sulla componente gestita e nel segmento dei private markets che rappresenta circa 1/3 della raccolta complessiva da inizio anno. Con il mese di settembre chiudiamo il terzo trimestre con una raccolta netta totale da inizio anno di oltre 3,6 miliardi di euro, sostanzialmente in linea con lo stesso periodo del 2019. Questo risultato, ottenuto in un contesto macro ancora molto complesso, dimostra ancora una volta la validità del nostro modello di business integrato e diversificato”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Azimut, un viaggio nel risparmio insieme a Piggy

Azimut, il venture capital punta a sud-est

Azimut, il migliore private & wealth management

NEWSLETTER
Iscriviti
X