Consulenti, l’Emilia-Romagna è un fertile terreno di business

A
A
A
di Redazione 20 Luglio 2022 | 11:40

L’Emilia-Romagna è sempre più una Regione ideale ai fini del business del consulente finanziario. A dirlo è il rapporto annuale “L’economia delle regioni italiane” della Banca d’Italia, riportato da FocusRisparmio, che ha stimato a fine 2020 (ultimo dato disponibile) la ricchezza al netto delle passività finanziarie delle famiglie emiliano-romagnole, che ammontava a 951 miliardi di euro correnti.

Sempre secondo il report della Banca d’Italia, l’incremento della ricchezza finanziaria delle famiglie è continuato anche nel 2021, spinto dall’aumento dei redditi e da una propensione al risparmio rimasta elevata. I depositi bancari delle famiglie sono cresciuti del 5% (6,1 a dicembre 2020), soprattutto nei conti correnti. Il valore complessivo a prezzi di mercato dei titoli a custodia presso le banche è aumentato del 6,8%; la crescita ha riguardato le azioni e le quote di fondi comuni, riflettendo da un lato l’andamento delle quotazioni nel corso dell’anno, dall’altro la preferenza per forme di investimento diversificate. Nel primo trimestre del 2022 i depositi delle famiglie hanno continuato a crescere circa del 4,5%, mentre il valore dei titoli a custodia è rimasto stazionario.

La Regione e le sue numerose peculiarità possono essere un terreno fertile per il business dei consulenti finanziari, pronti a spaziare dall’agricoltura all’industria, dall’allevamento al turismo. D’altronde si parla di una regione ricca, e i suoi abitanti sono un target ambito per i professionisti del settore finanziario.

Nel suo report la Banca d’Italia afferma che “nell’ultimo decennio il valore corrente della ricchezza netta è aumentato del 5%; la riduzione della componente reale è stata più che compensata dall’aumento di quella finanziaria. Tuttavia, la ricchezza a prezzi costanti è calata del 5,6%, in misura più accentuata rispetto alla media delle regioni del Nord Est”.

 

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti