Carife, i 400 tagli si avvicinano

A
A
A

Secondo quanto riferisce MF, nel documento presentato ieri ai sindacati è ricomparso l’obbligo a ricorrere alla procedura di licenziamento collettivo se non si raggiunge un sufficiente numero di esodi volontari.

Chiara Merico di Chiara Merico30 dicembre 2016 | 10:56

LE TRATTATIVE – Si avvicinano sempre più i 400 esuberi per CariFerrara: secondo quanto riferisce MF – Milano Finanza, nel documento presentato ieri ai sindacati è ricomparso l’obbligo a ricorrere alla procedura di licenziamento collettivo se non si raggiunge un sufficiente numero di esodi volontari. Duro il commento di Lando Sileoni, segretario generale della Fabi: “Vogliamo conoscere in via ufficiale le motivazioni per le quali sembrerebbe che Bankitalia, prima azionista di CariFerrara, abbia scelto come unica e conclusiva soluzione, nelle trattative in corso per il salvataggio della banca, l’applicazione della legge 223 sui licenziamenti collettivi o, in alternativa, la messa in liquidazione della stessa azienda”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banche “risolte”, c’è tempo fino al 31 maggio per chiedere gli indennizzi

Bper compra Cariferrara

Carife, raggiunto l’accordo sugli esuberi

Ti può anche interessare

Effetto Mifid 2, Uni cambia la Iso 22222

Il ruolo centrale di Accredia, l’Ente italiano di accreditamento. La nuova versione della norma te ...

Costa (Enasarco): “I contributi per la formazione? Stanno avendo grande successo”

Il presidente dell’ente di assistenza e previdenza degli agenti di commercio e dei consulenti fina ...

Consulenti, cresce la concorrenza di banche e Poste

Il settimanale Milano Finanza dedica un ampio servizio al nuovo scenario di mercato in cui si muovon ...