Etf Oil spinti al rialzo dai libici

A
A
A
Avatar di Francesco Biraghi 21 Ottobre 2008 | 11:00
Nella classifica giornaliera stilata da Bluerating.com sui migliori e peggiori Etf e Etc per performance daily, troviamo nelle prime posizioni i comparti energetici con rendimenti a doppia cifra. Contribuisce il rialzo del petrolio tornato a 74 dollari al barile, e l’interessamento dei fondi sovrani libici per la maggiore società petrolifera italiana.

Al primo posto per performance daily troviamo il comparto del gruppo Société Générale, Lyxor ETF DJ Stoxx 600 Oil and Gas con un +15,22%, seguito dall’omologo creato da Deutsche Bank, il Db X-Trackers Dj Stoxx 600 Oil & Gas con un +11,49%.

Si tratta di due Etf molto simili, che replicano l’andamento dell’indice Dow Jones Stoxx 600 Oil&Gas, parametro di riferimento che comprende le società europee più importanti per capitalizzazione di mercato operanti nel settori Oil & Gas. Questa tipologia di indici settoriali rappresentano le più grandi società europee di ciascuno dei 18 Supersectors, come definiti dalla ICB (Industry Classification Benchmark).

Attualmente l’indice è composto da 40 società, con le prime tre società, dei veri e propri colossi dell’industria energetica, che insieme raggiungono un peso percentuale del 59,01% sul totale. In base agli ultimi dati disponibili sui componenti del fondo del 20 ottobre 2008, troviamo infatti le inglesi BP (24,11%) e Royal Dutch Shell (15,92%), e la francese Total (18,98%), seguite al quarto posto dall’italiana Eni con un peso percentuale sul totale del 9,08%. L’altra italiana presente nell’indice è Saipem con un 0,90%.

Il “cane a sei zampe” è nel mirino dei libici, il governatore della banca centrale libica ha infatti annunciato di aver acquistato azioni Eni per un controvalore di 50 milioni di euro, “una cifra modesta, se vogliamo, ma indicazione della fiducia che abbiamo nella vostra compagnia petrolifera. E probabilmente ne acquisteremo ancora, ma tenendo sempre in mente il desiderio di diversificare, non necessariamente di controllare”. Secondo indiscrezioni di stampa, la quota del capitale di Eni in possesso dei fondi sovrani libici, che in questo momento si aggira sullo 0,7%, potrebbe aumentare nei prossimi giorni fino al 2%, soglia che fa scattare l’obbligo della comunicazione alla Consob.

Il settore energetico sta accompagnando le borse mondiali nel rimbalzo, nella giornata di venerdì 17, Eni aveva chiuso a +14,53%, la miglior performance del nostro S&P/MIB e del indice europeo DJ Stoxx 50. Nella stessa giornata sono ottime le chiusure anche di Tenaris (+7,93%) e Erg (+9,25%). La società genovese controllata dalla famiglia Garrone si ripete anche lunedì 20 chiudendo a +6,24%, bene nella stessa giornata anche la concorrente Saras controllata dalla famiglia Moratti con un +4,63%.

TOP ETF ETC
Ultimo prezzo Nome prodotto Perf. Daily
28,54 LYXOR ETF DJ STOXX 600 OIL&GAS 15,22%
47,94 DB X-TRACKERS DJ STOXX 600 OIL AND GAS
11,49%
14,40 DB X-TRACKERS S&P/ASX 200
9,65%
12,87 iSHARES II FTSE BRIC 50 9,06%
22,85 DB X-TRACKERS DJ STOXX 600 TECHNOLOGY
8,65%

FLOP ETF ETC

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Fondi europei: settimana di passione

NEWSLETTER
Iscriviti
X
Ultimo prezzo Nome prodotto Perf. Daily
36,41 DB X-TRACKERS DJ STOXX 600 OIL & GAS SHORT
-9,43%
6,17 LYXOR ETF MSCI GREECE -9,12%
4,62 POWERSHARES FTSE RAFI US 1000 FUND -8,34%
33,38 DB X-TRACKERS DJ STOXX 600 TECHNOLOGY SHORT
-7,20%
9,87 LYXOR ETF DJ STOXX 600 TRAVEL&LEISURE -6,53%