Ubs e Credit Suisse sfida all’ultimo derivato

A
A
A
di Francesco Biraghi 14 Gennaio 2010 | 14:15
Match del giorno tra le due principali società di gestione svizzere: Ubs (lux) e Credit Suisse Fund (lux) si sfidano sul campo dei fondi ‘fondi specializzati sui derivati (materie prime)’

GLI STRUMENTI

Ai fini dell’analisi utilizziamo le importanti risorse contenute all’interno del nostro product selector, che ci permette di determinare i fondi confrontabili per categoria di appartenenza (tipologia di prodotto, società di gestione e categoria Bluerating); in particolare, ai fini dell’articolo, sfruttiamo le potenzialità dello strumento confronta prodotti, che ci regala inoltre l’importante apporto grafico in calce alla pagina (che comunque è solo una parte delle varie schermate che si possono ottenere).

I PRODOTTI

La categoria è quella dei fondi specializzati sui derivati (materie prime). Sulla sinistra troviamo Ubs (lux) Structured Sicav – Rogers International Commodity Index. L’obiettivo del comparto è conseguire una crescita di valore attraverso la partecipazione all’andamento dei mercati delle materie prime. Il patrimonio del comparto è investito secondo il principio della diversificazione del rischio. Il comparto investe almeno il 70% del suo patrimonio netto in azioni, principalmente blue chip (le 19 azioni più scambiate di solide società di rilevanza mondiale conosciute a livello internazionale) e azioni di emittenti a elevata capitalizzazione di mercato in tutto il mondo e in altre quote di capitale assimilabili alle azioni, come le quote cooperative e i certificati di partecipazione (titoli e diritti di partecipazione). Il comparto può investire fino al 30% del suo patrimonio netto in obbligazioni e altri titoli di debito cartolari denominati in monete liberamente convertibili di emittenti in tutto il mondo. La performance, e quindi anche il patrimonio netto del comparto, è completamente determinata secondo l’andamento dell’indice RICI (Rogers International Commodity Index®) sulla base del contratto di swap.L’indice RICI costituisce un indice delle materie prime equilibrato, rappresentativo e internazionale; include 35 diverse materie prime di tutte le parti del mondo. La moneta di calcolo dell’indice è l’USD. L’obiettivo dell’indice RICI è riflettere la domanda internazionale di materie prime. L’operazione di swap su cui si basa il contratto di swap fa sì che la performance del portafoglio di investimento dei comparti risulti neutralizzata e il comparto partecipi invece alla performance dell’indice sopra descritto. Il contratto di swap è strutturato in modo da minimizzare l’influenza delle fluttuazioni del corso della moneta di calcolo del rispettivo comparto, risp. della classe di azioni, rispetto al dollaro USA, così da poter pressoché escludere il rischio di fluttuazioni del corso delle monete.

Alla destra troviamo lo sfidante Credit Suisse Fund (lux) Dj-aig Commodity Index Plus. L’obiettivo del comparto è ottenere una performance corretta per gli effetti di cambio in linea con l’andamento dell’indice di riferimento. Il comparto investe in diversi strumenti finanziari derivati (i «derivati») aventi caratteristiche statistiche analoghe (in termini di rendimento e di volatilità) a quelle dell’indice di riferimento. Le obbligazioni assunte con le operazioni in derivati sono coperte costantemente da depositi bancari, strumenti di mercato monetario o titoli di debito con vita residua non superiore a 12 mesi (le «attività liquide») e la maggior parte di tali investimenti viene effettuata nella relativa moneta di riferimento. I comparti perseguono pertanto un rendimento complessivo costituito dalla crescita di valore dei derivati collegati all’indice di riferimento e dagli interessi sugli investimenti in attività liquide.

IL MATCH

Ecco i risultati sulla base di elementi di raffronto riscontrabili all’interno del nostro confronta prodotti e delle schede prodotto.

Rating: 4 corone per entrambi, un punto a testa.

Performance a 1 e 3 anni: due punti per Ubs (lux) Structured Sicav – Rogers International Commodity Index, che prevale su entrambi gli orizzonti temporali.

Volatilità a 1 anno: prevale Credit Suisse Fund (lux) Dj-aig Commodity Index Plus, che risulta meno volatile.

Volatilità negativa a 1 anno: anche qui prevale Credit Suisse Fund (lux) Dj-aig Commodity Index Plus, che conquista un altro punto.

Commissioni: Credit Suisse Fund (lux) Dj-aig Commodity Index Plus ha una commissione di gestione annua dell’ 1,4%, leggermente inferiore rispetto all’1,44% di Ubs (lux) Structured Sicav – Rogers International Commodity Index. Entrambi non prevedono commissioni di incentivo.

Indice di Sharpe a 1 anno: l’indice è negativo per entrambi, non è un buon risultato. In ogni caso meglio Credit Suisse Fund (lux) Dj-aig Commodity Index Plus.

Indice di Sortino a 1 anno: anche quest’indice è negativo per entrambi. Il comparto di Credit Suisse ha un valore di poco migliore.

RISULTATO FINALE

Ubs (lux) Structured Sicav – Rogers International Commodity Index: 3

Credit Suisse Fund (lux) Dj-aig Commodity Index Plus: 6
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Greenwashing, le banche svizzere sotto l’accusa di Greenpeace

Fondi di investimento, nuovo fondo obbligazionario sugli emergenti per Credit Suisse

Banche, Credit Suisse: Moody’s peggiora il rating

NEWSLETTER
Iscriviti
X