Natixis, ritratto dell’investitore moderno

A
A
A
Andrea Telara di Andrea Telara 29 Luglio 2016 | 13:15
Un’analisi della casa di gestione mette in evidenza molti errori degli italiani quando vogliono far fruttare i loro risparmi.

“L’investitore moderno non è solo ansioso, è profondamente combattuto”. Parola di David Goodsell, executive director del Durable Portfolio Construction Research Centre di Natixis Global Asset Management, il quale ha ricordato i risultati del sondaggio realizzato nei mesi scorsi dalla sua società su un panel di investitori italiani ed europei, dove emergono i troppi errori compiuti da chi tenta di far fruttare i propri risparmi.

PRUDENTE MA DESIDERSOSO DI RENDIMENTI – La maggioranza dei risparmiatori italiani intervistati, per esempio, si definisce “prudente”. Allo stesso tempo dichiara di aver bisogno di rendimenti medi del 9,9% sopra l’inflazione per raggiungere i propri obiettivi – che nel contesto attuale li esporrebbe a una significativa volatilità. Non molti sembrano tollerare bene il rischio: l’82% degli italiani, infatti, preferirebbe la sicurezza rispetto alla performance. Ciò di cui hanno bisogno, quindi, gli investitori è una migliore educazione sul concetto di rischio e una guida per comprendere quanto ne possono davvero tollerare. Quando si tratta di investimenti passivi o indicizzati, un numero sorprendente di investitori pensa che costi più bassi significhino meno rischi. Sei investitori italiani su dieci , infatti, considerano gli strumenti passivi meno rischiosi e utili a minimizzare le perdite. Ma per loro natura, i fondi passivi non hanno una gestione del rischio. Quando i mercati salgono, generano rendimenti, quando i mercati scendono, subiscono delle perdite. Le strategie passive hanno un chiaro ruolo all’interno dei portafogli – insieme agli investimenti attivi.

POCO FOCUS SUGLI OBIETTIVI – Sette investitori italiani su dieci chiedono di valutare la performance degli investimenti sulla base dei propri obiettivi personali. Ma ciò sembra improbabile se solo il 58% ha obiettivi finanziari ben definiti e se ancora meno, il 33%, ha un chiaro piano finanziario. Il primo passo, quindi, per ogni investitore deve essere definire in maniera chiara obiettivi specifici e lavorare con un consulente finanziario che lo possa aiutare a costruire un piano realistico per poterli raggiungere. Gli italiani sono inoltre consapevoli che la responsabilità per la propria sicurezza finanziaria post-pensionamento si sta spostando sempre più sulle loro spalle. In media, gli investitori italiani dichiarano di aver bisogno del 71%della loro rendita pre-pensionamento per poter vivere una volta andati in pensione. Tale dato si posiziona nella fascia bassa di quel range indentificato tra il 70% e l’80% raccomandato generalmente. I risparmiatori devono considerare l’allungamento della vita e la longevità come il rischio maggiore. Definire quanto risparmiare deve iniziare con un calcolo di quanto vivranno dopo il pensionamento.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Natixis, finanziamenti si giudicano in base all’impatto sul clima

Caso H2O, arriva la risposta di Natixis

Le “allegre” gestioni di H2o

Gestori in vetrina – Natixis IM

Natixis IM scommette su robotica e intelligenza artificiale

Natixis, trimestre da incorniciare per il risparmio gestito

I cf italiani preferiscono la gestione attiva

SdR18/Bottillo (Natixis IM): “Attivi, what else?”

Natixis Asset Management cambia nome

Consulenti, il sottile equilibrio tra breve e lungo termine

Natixis, nuovo certificato multi sottostante

Natixis IM: “Così investono i millennial”

Natixis Global Am diventa Natixis Investment Managers

Natixis affila le armi per il 2020

Guez sale in Mirova (Natixis)

Blueindex: il rimbalzo dei finanziari fa volare Natixis, Barclays e Deutsche Bank

SdR 17, Bottillo (Natixis): “Le strategie alternative piacciono ai cf”

Natixis Global Am: gli investitori istituzionali disposti a rischiare di più

Blueindex: Natixis in luce, Banco Bpm in altalena

Blueindex: le minori tensioni sui titoli di stato fanno bene a Banco Bpm

Natixis Global Am: dai risparmiatori italiani aspettative non realistiche

Robo-advisor: per 3 consulenti su 4 sono ok per migliorare l’efficienza

Natixis, il roadshow fa tappa a Catania il 20 ottobre

Natixis amplia il team di marketing con Maurizio Mazzarelli

Blueindex: Bpm sprinta in una giornata senza sorprese

Banca Generali apre le porte a Natixis Global Am

Natixis Global AM: è ora di tornare a guardare ai mercati emergenti?

Blueindex: Natixis corre anche più di Mps

Classifiche Bluerating: Natixis in testa sugli Obbligazionari Area Euro

Natixis: Npl, Atlante non basta

Video intervista, Bottillo (Natixis Gam): “In Italia continuiamo a crescere”

Brexit, Natixis: “Le regole cambieranno drammaticamente”

Natixis GAM rafforza il team con Avonto e Grzunov

Ti può anche interessare

Fondi di investimento: Amundi, proposta diversificata e sostenibile

Amundi, il più grande asset manager in Europa per patrimonio gestito con 1.487 miliardi di euro di ...

Investimenti, obbligazioni convertibili a prova di rally

Un rally per dare sollievo o maggiore volatilità in vista? Conviene rimanere investiti con le obbli ...

Invesco, sforbiciata alle commissioni di due fondi

Invesco dà un taglio alle commissioni di due suoi prodotti. La società americana, infatti, dallo s ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X